fbpx

Robles: “AJ? Sorprendente, è tanto che non si vedeva un massimo muoversi così!”

Sabato scorso, sotto gli occhi degli spettatori presenti alla Diriyah Arena, in Arabia Saudita, Anthony “AJ” Joshua (23-1, 21KO) ha riscattato la sconfitta per tko subita contro Andy “The Destroyer” Ruiz Jr (33-2, 22KO) il 1 giugno, ottenendo una schiacciante vittoria ai punti al termine delle canoniche dodici riprese.

L’allenatore del pugile di origini messicane, Manny Robles, si è detto sorpreso positivamente dalla prova offerta da Joshua. Secondo il trainer dell’ormai ex campione del mondo, era da tanto tempo che non si vedeva un peso massimo muoversi con quella leggiadria sul ring.

Joshua ha fatto un grande combattimento. Mi ha sorpreso. Era da diverso tempo che non vedevo un peso massimo muoversi sul ring come ha fatto lui. Attaccava e si muoveva, aveva quel footwork. Per un massimo è raro muoversi come ha fatto Joshua, non ne trovi altri che si muovono come ha fatto lui. Non posso fare altro che nutrire un grande rispetto per Joshua e la sua squadra, perché hanno fatto quello che dovevano fare, combattendo in questo modo un grande battaglia“.

Nel corso delle settimane che hanno preceduto questa sfida, Ruiz ha invece sottovalutato l’idea che AJ potesse metterlo in difficoltà cambiando il suo modo di combattere, modellandolo in virtù della sfida che doveva affrontare. Col senno di poi si può affermare che il messicano è stato smentito, perdendo le cinture WBA, WBO, IBF e IBO della divisione regina.

Riguardo al peso decisamente extra palesato alla vigilia dell’incontro (Ruiz si è poi scusato in occasione della conferenza stampa post match per questo eccesso), c’era tutto il tempo per perdere i chili di troppo che lo hanno poi condizionato: “Sicuramente poteva essere più leggero, questo è certo – ha detto Robles – abbiamo avuto tutto il tempo a disposizione e le sedute di sparring necessario, ma è dipeso dal pugile. Tuttavia, non voglio accampare scuse, ha vinto il migliore, punto e basta“.

Robles ha poi ripreso le parole di Ruiz, che a fine incontro aveva confessato di non aver preso l’impegno seriamente, allenandosi con poca intensità e determinazione: “Purtroppo, come ha detto Andy, avrebbe dovuto allenarsi più duramente. Se Ruiz rispetterà le promesse, tornando ad allenarsi e a prepararsi seriamente, allora potrà tornare a contendere il titolo a Joshua.

Ruiz deve avere più fame ed essere più disciplinato. Non penso di aver perso la mia leadership. I media sono stati certamente una fonte di distrazione ma lui non doveva permettere a loro di controllarlo. Un giorno è composto da 24 ore, dopo una conferenza stampa hai tutto il tempo per dedicarti alle tue sedute di allenamento“.

Tuttavia, ora il Destroyer dovrà attendere due incontri prima di poter ottenere la sua rivincita contro il pari età britannico. Nella giornata di domenica, infatti, il promoter della Matchroom Boxing, Eddie Hearn, ha dichiarato che vorrebbe vedere Ruiz affrontare due pesi massimi della sua scuderia. La lista comprende i nomi di Filip Hrgovic, Michael Hunter, Dillian Whyte, Alexander Povetkin e Dereck Chisora.

 

 

Condividi su:
  • 277
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X