fbpx

Duran dimesso dall’ospedale: “È stata una sfida da campionato mondiale!”

“Manos De Piedra” torna a casa. Ad una settimana dal suo ricovero per aver contratto il virus, lo scorso giovedì a leggenda del pugilato, Roberto Duran è stato dimesso dall’ospedale. L’ex campione del mondo in più divisioni, dopo aver avvertito i primi sintomi, è stato portato al nososcomio dove gli è stata riscontrata la positività al coronavirus e dove è stato trattenuto diversi giorni in via del tutto precauzionale vista la sua età, ma soprattutto uno dei suoi polmoni già non funzionante a causa di un’incidente automobilistico subito diversi anni fa in Argentina.

“Oggi, grazie a Dio, sono tornato a casa dopo aver combattuto contro il COVID-19. È stata una sfida da campionato mondiale che sono stato in grado di vincere in squadra: con il sostegno, l’amore e la dedizione di un team medico, che non solo si è preso cura di me, ma di tutti i pazienti che come me erano in ospedale a combattere contro questo virus, che non conosce leggende, titoli mondiali, stato sociale, razza, religione, etc”, è stato il messaggio con il quale Duran ha dato la notizia ai fan tramite il suo canale instagram e che accompagna un video che lo mostra insieme ai medici che lo appaudono e lo conducono all’uscita.

View this post on Instagram

Buenas tardes mi gente! Hoy, con el favor de Dios, regresé a casa después de batallar contra el virus COVID-19. Fue una pelea de Campeonato Mundial, que pude ganar en equipo, con el apoyo, cariño y dedicación de un cuerpo médico, que no solamente cuidó de mi persona, sino de todos los pacientes, que cómo yo, peleábamos en el hospital contra este virus, que no conoce de leyendas, títulos mundiales, estatus social, raza, religión, etc… A todas esas personas que siguen en la pelea, les mando mucha fuerza y mis oraciones, a sus familiares para que no pierdan sus esperanzas y sepan que Dios tiene el control. A todos mis fanáticos alrededor del Mundo, les doy las gracias por orar por mi y por todos sus mensajes de aliento. No me cansaré de darles las gracias a todos los doctores, enfermeros/as, que día a día dan lo mejor de si, sin importar el riesgo que toman. Yo seré un ex Campeón Mundial, pero ustedes son los verdaderos CAMPEONES DE LA VIDA. Se les quiere, por favor #quédateencasa, sigue la #cuarentena y bajo ninguna circunstancia dejes entrar a nadie a tú casa. Manos de Piedra.

A post shared by Roberto Durán (@robertoduranbox) on

Il post prosegue poi con ulteriori ringraziamenti e un’esortazione per suoi connazionali e non solo: “A tutte quelle persone che continuano nella lotta, invio il mio sostegno, la mia forza e le mie preghiere. A tutti i miei fan in giro per il mondo, dico grazie per aver pregato per me e per tutti i messaggi di incoraggiamento. Non mi stancherò mai di ringraziare tutti i dottori, le infermiere, che danno il massimo ogni giorno, indipendentemente dal rischio che corrono. Sarò un ex campione del mondo, ma loro sono i veri Campioni della vita. Per favore restate a casa, rispettate la quarantena e non permettete a nessuno di entrare in casa vostra per nessun motivo”.

Duran, come precedentemente dichiarato da suo figlio Robin infatti, probabilmente è stato contagiato in occasione del suo compleanno avvenuto lo scorso 16 giugno, durante il quale ha aperto erroneamente la sua casa per gli auguri di parenti, amici e qualche fan. Al momento Panama, così come gran parte dell’America Latina e degli Stati Uniti, ha un numero molto elevato di casi positivi che continuano a crescere girono dopo giorno, ragion per cui “Manos De Piedra” ci ha tenuto a farsi portavoce per esortare le persone a non sottovalutare troppo questa situazione.

I am Duran – faccia da indio, sguardo assassino e mani di pietra.

Condividi su:
  • 534
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X