fbpx

Pound sulle Olimpiadi di Tokio 2020: “Il rinvio è stato deciso”

Un membro del Comitato Olimpico Internazionale ha dichiarato che le Olimpiadi estive del 2020 saranno posticipate.

Le competizioni, come ben sappiano, sarebbero dovute iniziare a Tokyo il 24 luglio 2020 e terminare il 9 agosto e sarebbero stati più di 11.000 gli atleti attesi, provenienti da 206 Paesi di tutto il mondo, per concorrere alle 33 discipline presenti alla kermesse olimpica, incluso il pugilato. Dick Pound, un influente membro canadese del CIO, ha dichiarato però all’USA Today che le Olimpiadi potrebbero non aver luogo fino al 2021 a causa della pandemia del coronavirus.

Con l’aumentare della pressione sul CIO per spingerlo a rinviare le Olimpiadi estive e con i rappresentanti di vari Paesi, come ad esempio Australia e Canada, che hanno iniziato ad annunciare che non avrebbero mandato i propri atleti in Giappone perché non avrebbero avuto modo e tempo di prepararsi adeguatamente, il comitato ha optato per questa scelta: “Sulla base delle informazioni ricevute dal CIO, è stato deciso il rinvio. I parametri per il futuro non sono stati ancora determinati, ma i Giochi non inizieranno il 24 luglio, questo lo so con certezza”, sono state le parole di Pound, che ha aggiunto anche che il CIO annuncerà presto i dettagli del suo piano di riprogrammazione.

“Arriverà in più tappe. Noi posticiperemo intanto questo e poi iniziaremo ad affrontare tutte le implicazioni per spostare un evento del genere, che sono immense”.

Presupponendo che un annuncio ufficiale sia imminente, possiamo dire che questa sarà la prima volta che le Olimpiadi saranno posticipate. In passato è capitato che i Giochi fossero annullati completamente solo a causa della prima guerra mondiale nel 1916 e della seconda guerra mondiale nel 1940 e 1944.

Le parole di Pound sono arrivate un giorno dopo che il presidente Thomas Bach aveva dichiarato che il comitato avrebbe impiegato le prossime quattro settimane per determinare se i Giochi di Tokyo sarebbero stati rinviati o meno e che annullare definitivamente non era possibile. Dunque la forte pressione da aprte di tutti ha spinto ad accelerare la decisione.

Intanto gli eventi di qualificazione della boxe olimpica sono già stati rinviati in tutto il mondo a causa di questa pandemia e le sue procedure di selezione per le squadre maschili e femminili sono in fase di revisione e potrebbero essere modificate.

Condividi su:
  • 11
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X