fbpx

Rigondeaux: “In passato nessuno voleva affrontarmi e ho paura che accada di nuovo”

Continuano le avversità di Guillermo Rigondeaux nel mondo professionistico. L’oro olimpico ai giochi del 2000 e nel 2004 ha sempre sofferto una quasi assenza di attività da pro. Adesso, dopo essere diventato campione WBA nei pesi gallo lo scorso febbraio battendo Liborio Solis, aspetta la nomina del suo prossimo sfidante, ma teme che molti continueranno ad evitarlo.

Premier Boxing Champions, che gestisce il campione cubano, ha recentemente annunciato il suo programma per il resto del 2020 su Showtime, e per il momento Rigondeaux non è stato nominato in nessuno degli eventi schedulati. Bisognerà capire se riuscirà a comparire negli eventi della PBC che saranno invece trasmessi su Fox Sports, insieme ad alcuni suoi connazionali, come Erislandy Lara, Luis Ortiz, Rancés Barthelemy e Yordenis Ugás.

“El Chacal” avrebbe voluto combattere almeno altre due volte prima della fine dell’anno, ma comprende che sia stato comunque il coronavirus ha eclissare ogni programma. “Sto aspettando di vedere cosa succede dopo questa crisi. Tutto si è fermato per un po’, ma gli incontri di pugilato sono già tornati. PBC è tornato e spero di essere tra i protagonisti”, ha dichiarato a George Ebro.

“Dicono che qualcosa sta per arrivare, ma non è ancora chiaro. Fino ad allora continuo ad allenarmi, non passa giorno che non corra o faccia qualcosa nelle palestre di Miami. Non posso stare fermo, anche se non ho una sfida. La mia vita è l’allenamento.

Combattere senza un pubblico, sarà un po’ noioso, ma penso che dovremmo salire sul ring e fare il nostro lavoro nel miglior modo possibile, mentre speriamo che tutto migliori e le persone possano tornare a vedere la boxe dal vivo.

Quello che mi è successo in passato, quando nessuno voleva combattere con me, ho paura che possa accadere di nuovo nelle 118 libbre, ma non sperate che funzioni perché ho intenzione di rimanere qui. Ci sono buoni combattenti nella divisione, ma sanno che perderanno contro di me.

Se non vogliono battersi con me a 118 libbre, beh, salirò a 122 e sarò di nuovo un super campione. Ho sempre detto che sarei stato il re in due divisioni, ma ho bisogno che gli altri facciano la loro parte e che salgano sul ring con me”.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X