fbpx

Mayorga vittima di una brutale aggressione: derubato e lasciato incosciente

L’ex campione del mondo Ricardo “El Matador” Mayorga è stato vittima di una brutale aggressione.

Il 46enne nigaraguense lo scorso mercoledì è stato aggredito in maniera violenta da un gruppo di facinorosi che lo hanno assalito in malo modo per derubarlo, mentre era fuori casa per comprare del cibo.

Un duro pestaggio che ha lasciato l’ex pugile a terra privo di conoscenza e riempito di fratture. Stando a quanto riferito da suo fratello Jaime, e da Ricardo stesso poi alla polizia, i criminali lo hanno colpito con dei tubi, lasciandolo in mutande e incosciente per strada.

In particolare nella sua denuncia, Mayorga ha indicato che è stato dapprima colpito in testa e poi una volta caduto a terra picchiato su viso, addome e schiena, ed infine derubato dei suoi vestiti, delle sue scarpe e del suo portafogli con poco più di 4000 córdobas in contanti (circa un centinaio di euro) e con i documenti personali al suo interno, e probabilmente anche di orologio e telefono cellulare.

Soccorso da un passante che lo ha subito riconosciuto, dopo l’accaduto l’ex pugile è stato portato d’urgenza in un un centro sanitario e poi trasferito immediatamente all’ospedale Carlos Roberto Huembes di Managua. Le autorità indagano sull’identità e sulle tracce degli autori dell’aggressione. Nonostante la gravità dell’accaduto Mayorga pare essere fuori pericolo ora ed è già stato dimesso dall’ospedale, tuttavia dovrà continuare un lungo periodo di recupero e riabilitazione a casa.

Ricordiamo che Mayorga è stato un campione del mondo WBC e WBA dei pesi welter e WBC dei superwelter e che ha chiuso la carriera definitivamente lo scorso anno contro il giovane debuttante Lester Martinez con il record di 32 vittorie (26 vittorie per knockout) 12 sconfitte e 1 pareggio.

Condividi su:
  • 237
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X