fbpx

Reynoso la cura giusta per Ruiz?

L’ex campione mondiale dei pesi massimi, Andy Ruiz è ancora alla ricerca di un allenatore dopo aver bruscamente interrotto la sua relazione con l’allenatore Manny Robles, e alcune fonti hanno rivelato che un’opzione potrebbe essere Eddy Reynoso, che nel 2019 è stato riconosciuto come allenatore dell’anno.

Reynoso ha detto qualche giorno fa che non avrebbe escluso questa possibilità.

“Sì, certo, siamo pronti per lavorare con Ruiz, fintanto che c’è disciplina, che c’è ordine nella sua formazione”, ha detto il rinomato allenatore di ESPN Deportes.

La scuderia di Reynoso sta crescendo, visto che ormai segue Canelo Alvarez, Oscar Valdez, Ryan García, Luis Nery, Frank Sanchez e altri.

“Siamo pronti a lavorare con qualsiasi combattente e vedremo cosa succede, sarebbe un onore lavorare anche con il primo campione dei pesi massimi di origine messicana”, ha aggiunto Reynoso, che è attualmente si trova a Guadalajara, accompagnando la sua famiglia, dopo aver interrotto il training camp che stava tenendo a San Diego, dove preparava con Canelo, Nery e Valdez.

Ruiz è stato alla ricerca di un allenatore e alcune settimane fa si era fatto il nome di Teddy Atlas, paventato come un opzione probabile. Tuttavia nonostante le ottime premesse pare che tra i due non c’è ancora un accordo, visto che non è scattata la scintilla dopo che si siano incontrati in due diversi training camp.

Ruiz è stato ampiamente criticato dopo aver perso la rivincita con Anthony Joshua lo scorso dicembre alla Diriyah Arena in Arabia Saudita. Subito dopo la sconfitta, il pugile di origine messicano, ha riconosciuto che la sua pessima prestazione è figlia di un mancanza di disciplina durante la preparazione della sfida titolata. Una scarsa disciplina che gli ha impedito, a suo dire, di ripetere l’impresa del primo incontro con il campione inglese. Adesso bisognerà aspettare la fine della crisi del coronavirus per lasciare che Ruiz e Reynoso riescano ad ufficializzare la loro collaborazione.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X