fbpx

Reynoso: “Siamo aperti a tutti. Nessun promoter o tv farà fatica a fare affari con Canelo”

Saul “Canelo” Alvarez (53-1-2, 36KO) ha dichiarato di essere disposto a collaborare con tutti gli enti promozionali per assicurarsi i migliori avversari sulla piazza. Il mese scorso Canelo ha raggiunto un accordo con la Golden Boy Promotions per concludere il contratto che lo legava ad essa da un rapporto di lunga data.

La stella messicana tornerà sul ring il prossimo 19 dicembre, presso l’Alamodome di San Antonio, per sfidare il campione mondiale in carica per la cintura WBA “Super” dei supermedi, Callum “Mundo” Smith (27-0, 19KO), giunto ormai alla terza difesa del titolo iridato. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming su DAZN.

Nella sua ultima apparizione sul quadrato, datata 2 novembre 2019, Alvarez ha conquistato il titolo WBO dei mediomassimi mettendo al tappeto all’undicesima ripresa Sergey “Krusher” Kovalev. In seguito, il rosso di Guadalajara ha preferito abbandonare la cintura, rivelando l’intenzione di scendere di categoria.

Al momento il 30enne messicano è un free agent, anche se, in accordo con il suo allenatore nonché co-manager Eddy Reynoso, si è detto disposto a collaborare con altre società di promozione al fine di assicurarsi match contro avversari di grande livello.

La cosa più importante è concentrarsi su di me e sui combattimenti che Eddy Reynoso mi offre in questo momento – ha dichiarato Canelo – il mio scopo non è  quello di diventare promoter, ma non si sa mai. Amo la boxe e mi piace farla dentro il ring. Anche Eddy la ama e vuole essere davvero un promoter, quindi, vedremo che succederà. Abbiamo ancora diversi anni da qui in avanti e sosterremo i ragazzi che sono con noi e che vogliono unirsi“.

Reynoso si è detto pronto a lavorare con Premier Boxing Champions, Matchroom Boxing e persino con la Top Rank: “Abbiamo un ottimo rapporto con Eddie Hearn, Al Haymon e Bob Arum. Siamo aperti a lavorare con qualsiasi promoter che abbia in gestione un pugile per mettere in piedi un bel match.

In questo caso, Hearn ha Callum Smith, Billy Joe Saunders, Gennady Golovkin; dall’altra parte, Haymon ha Errol Spence che ha alzato la mano per combattere (con Canelo, ndr) e David Benavidez. Poi ci sono tanti pugili che sono free agent o che hanno diversi promoter e che dunque ci consentono di negoziare con qualsiasi ente di promozione o emittente televisiva. Credo che nessun promoter o televisione farà fatica a fare affari con un combattente come Canelo”.

 

Condividi su:
  • 154
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X