fbpx

Ramirez: “Canelo è il volto della boxe in questo momento, ma prenderò il suo posto!”

Questa sera tornerà sul ring per affrontare il pugile cubano Sullivan Barrera e tentare di avvicinarsi a una chance titolata nella categoria dei mediomassimi, ma l’ex campione WBO dei supermedi Gilberto Ramirez ha già gli occhi rivolti al suo futuro più remoto.

Le ambizioni del mancino messicano sembrano essere molto alte; nonostante i suoi trent’anni Zurdo conta di fare ancora molto in questo sport e conserva la speranza di combattere ancora a lungo. Tra i suoi obiettivi anche quello di scontrarsi prima o poi anche con la superstar di Guadalajara, Saul “Canelo” Alvarez, visto che questi ha già combattuto al limite delle 175 libbre una volta e che, stando alle parole del suo team, una volta riunificate tutte e quattro le cinture dei supermedi, potrebbe salire nuovamente in questa categoria.

É una sfida che potrebbe accadere se passa ai pesi mediomassimi”, ha dichiarato Ramirez recentemente. “Lo ha già fatto con Sergey Kovalev. E se dice che vuole farlo, non appena sarò campione e sarò indiscusso, quell’incontro accadrà. Proverà a cercarmi. Un match tra messicani è una guerra, è garantito. Canelo è il più grande combattente in questo momento. Il volto della boxe. Ma alla fine ‘Zurdo Ramirez’ [prenderà quel posto]”.

L’ardire del pugile di Mazatlan si spinge anche oltre queste affermazioni. Difatti proseguendo la sua intervista ha anche dichiarato di aspirare a diventare campioni persino nei pesi massimi:“Questa è l’idea, passare ai pesi cruiser e poi ai massimi, perché no? Sono grosso. Sono alto come quei ragazzi. Perchè no? Vorrei diventare un campione in cinque divisioni”.

Anche se precisiamo che in queste cinque divisioni di peso, Ramirez include anche i pesi medi, dove si ha vinto e mantenuto diverse volte il titolo WBC ma questo era solamente la versione “Youth” e non il titolo mondiale vero e proprio. Dunque in un’eventualità del genere potrebbe dirsi campione di quattro e non cinque categorie come da lui affermato.

“Non ho fatto sparring solo con mediomassimi, ma anche con cruiser e pesi massimi”, ha proseguito. “Mi sento a mio agio. Peso 190 libbre ora [lontano dalla competizione]… questo è il mio peso naturale. È stato difficile per me fare 168 libbre negli ultimi due combattimenti [in quella divisione]. Per questo ho scelto di salire di categoria”.

Zurdo è stato il primo pugile messicano ad essersi laureato campione dei supermedi e spingendosi nelle altre categorie vorrebbe infrangere qualsiasi record. “Voglio battere il record di tutti i tempi, fare la storia e diventare una leggenda. Voglio essere un idolo per la mia gente. Devo continuare. Battere il record, vincere il titolo dei mediomassimi e forse anche dei cruiser e dei pesi massimi, chissà. Dopo aver battuto Barrera, voglio combattere i campioni ed essere conosciuto come il miglior combattente pound for pound!”, ha dichiarato in un’altra intervista.

Intanto il suo appuntamento stasera è al Banc of California Stadium di Los Angels.

Hearn: “Non dovete preoccuparvi Canelo affronterà chiunque: anche Beterbiev e Bivol”

 

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X