fbpx

Pulev e Magdaleno si confermano, Selby delude

Condividi su:
  • 29
  •  
  •  

Il ring del weekend pugilistico ha dato i suoi verdetti. Li ripercorriamo di seguito con un compendio dei più importanti.

Kubrat Pulev vs Bogdan Dinu

Il pugile veterano di 37 anni ha debuttato con successo negli Stati Uniti con uno straordinario settimo round contro l’ex rivale ai tempi del dilettantismo Bogdan Dinu. Tre atterramenrti nel corso del round finale hanno piegato le resistenze di Dinu che si è arreso alla potenza del pugile bulgaro.

Il pugile rumeno è apparso contratto nonostante nella prima ripresa abbia piazzato qualche colpo interessante. Pulev ha migliorato il ritmo nel secondo round, segnando con combinazioni al volto, costringendo Dinu alle corde.  Dinu ha iniziato ad usare il suo Jab per costringe Pulev ad arretrare, scoraggiandolo dalla sua manovra d’assalto continua. Durante la quarta ripresa Dinu con un ottimo lavoro con i diretti ha aperto sopra l’occhio sinistro il suo rivale. Il pugile rumeno ha continuato con il suo ottimo lavoro prima che Pulev con la pressione e il suo ritmo trovasse la conclusione prima del limite.

Un ottimo test match per Kubrat Pulev che nonostante l’insidioso avversario è riuscito a chiudere l’incontro a suo favore. Sarà pronto per una chance mondiale?

Jessie Magdaleno vs Rico Ramos

La sfida di rilancio tra i due pugili statunitensi si è chiusa a favore di Jessie Magdaleno. L’ex campione WBO dei super gallo si è imposto sul rivale grazie al verdetto unanime dei giudici (verdetto 99-91, 98-92 e 97-93).  Match che ha deluso i moltissimi fan che hanno assistito ad un rinunciatario Rico Ramos, che ha pensato solo a difendersi contro l’incessante ritmo di Magdaleno. L’ex campione WBO, desideroso di tornare in auge ha iniziato il match con un piglio aggresivo mettendo ottimi colpi rapidi e veloci.

Magdaleno dopo questa ottima vittoria si ricandida ad una chance importante, verso i vertici di categoria. Una prestazione che, secondo il vociferare del web, nonostante la sua mole offensiva ha deluso i molti accorsi all’evento. Basterà questa vittoria per dargli una chance titolata?

Julio Cesar Martinez vs Andrew Selby

Un attacco selvaggio al fegato a 57 secondi del quinto round è stato sufficiente per Julio Cesar Martínez per fermare il combattente britannico Andrew Selby. Una vittoria che lo ha reso il nuovo sfidante ufficiale per il titolo mondiale WBC dei pesi mosca, scatenando una vera bolgia del pubblico accorso al Metepec Fairground.

Nel primo round, il pugile britannico ha usato bene il suo jab per gestire la distanza, prima che il messicano scatenasse una buona combinazione di colpi. Nella terza ripresa una testata accidentale di “Rey” Martínez ha costretto a supervisionare medica per l’inglese, che aveva un vistoso taglio sul sopracciglio sinistro, ma il medico gli ha permesso di continuare, con conseguente punto di penalità di Martinez.

Nel corso della quarta ripresa Martinez ha inseguito Selby per tutto il ring, bombardando il suo avversario con colpi possenti al corpo. Colpi che hanno iniziato a minare le resistenze di Selby che come scritto in precedenza ha ceduto all’inizio della quinta ripresa. Con questa vittoria Martinez si assicura una chance titolata con il campione WBC Charlie Edwards, che ha conquistato il titolo contro Cristofer Rosales nel dicembre 2018.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X