fbpx

Promoter di Povetkin: “Dopo Whyte, chiederemo Fury al WBC per il 2021”

Tyson Fury è nel mirino di Alexander Povetkin.

L’ex campione russo, dopo essersi aggiudicato sorprendentemente l’incontro contro Dillian Whyte lo scorso 22 agosto, ha portato a casa i titoli WBC “Ad interim” e “Diamond” dei pesi massimi e con essi la possibilità di diventare lo sfidante ufficiale del campione in carica di categoria.

Prima di finire al tappeto sul ring del Matchroom Fight Camp di Brentwood, il “Body Snatcher” londinese era riuscito ad ottenere dal WBC la sicurezza di potersi finalmente giocare la sua agnognata chance mondiale contro Fury. Difatti l’ente aveva stabilito per il “Gipsy King”, come termine ultimo per l’assoluzione del proprio obbligo di difesa della cintura, il mese di febbraio.

Tuttavia un potentissimo montante sinistro da manuale esploso da Povetkin nella quinta ripresa del loro incontro di agosto, ha fatto precipitare al suolo Whyte e con esso le sue certezze. Il britannico però, grazie alla clausola contrattuale che prevedeva un secondo match in caso di sconfitta, ha potuto chiedere al pugile russo la rivincita immediata che sarà disputata il prossimo 21 novembre.

Il promoter di Povetkin, Andrey Ryabinsky, ha però fiducia nel proprio pugile e ha dichiarato che qualora il “Russian Vityaz” si riconfermasse anche nel rematch, punterebbero ad una sfida contro Tyson Fury nell’anno venturo, magari da disputarsi in Russia. Nel frattempo Fury dovrà superare prima la trilogia contro il “Bronze Bomber” di Tuscaloosa, Deontay Wilder, fissata (ancora provvisoriamente) per il 19 dicembre a Las Vegas.

“Lavoreremo in questa direzione. La sfida per il titolo mondiale è un grande evento nella carriera di qualsiasi combattente, e avremo tutto l’interesse per farla accadere: naturalmente chiederemo una difesa obbligatoria al WBC. Sapete, Povetkin ha una risposta molto semplice circa il suo desiderio di combattere contro Fury.

‘Dite che è un Campione? Che non ha ancora mai perso? Tutti lo considerano il più forte della divisione? Allora, ovviamente, voglio combattere con lui!’. L’ho detto e lo ripeto: Alexander è solo che felice quando si tratta di battersi contro gli avversari più forti“, le parole di Ryabinsky in una recente intervista.

L’idea del promoter russo quella di far approdare l’incontro mondiale allo stadio Lužniki di Mosca, struttura che può ospitare fini a 80.000 spettatori. “Perché no? Questo sarebbe uno dei possibili luoghi. Se una sfida del genere accadesse, diventerebbe davvero un evento nel mondo della boxe. Sia che si svolgesse in Russia, che in qualsiasi altro Paese del mondo”.

Fury: “Joshua crede che sia troppo vecchio? Venga a mandarmi in pensione!”

Condividi su:
  • 214
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X