fbpx

Povetkin: “Whyte l’unica opzione, ma mi piacerebbe combattere di nuovo contro Joshua”

Il campione ad Interim WBC dei pesi massimi, Alexander Povetkin (36-2-1, 25KO), ha dichiarato di essere pronto a combattere per la primavera. Il 41enne russo è apparso l’ultima volta sul ring lo scorso 22 agosto al Matchroom Fight Camp di Brentwood (Regno Unito), nella tenuta di Eddie Hearn, il numero uno della Matchroom Boxing.

In quell’occasione, Povetkin ha stupito addetti ai lavori e non, ribaltando i pronostici della vigilia e portando a casa una vittoria per tko alla quinta ripresa contro il più quotato Dillian Whyte (27-2, 18KO), di nove anni più giovane. I due si sono già accordati per un rematch: tuttavia, la tanto agognata rivincita è stata rimandata per due volte a causa della positività al Covid test da parte del campione russo.

Povetkin intanto è tornato ad allenarsi per riprendere la forma migliore e ha dichiarato di pensare esclusivamente al secondo atto con Whyte che, fino a questo momento, resta l’unica opzione possibile.

Non c’è nessun altro in ballo, Whyte è l’unica opzione“, ha dichiarato il 41enne originario di Kursk, che ha avuto modo anche di osservare l’ultimo incontro di Anthony Joshua, che lo scorso 12 dicembre  ha difeso le cinture in suo possesso respingendo l’assalto di un altro veterano del ring, il bulgaro Kubrat Pulev. Povetkin ha affrontato Joshua nel 2018, subendo una sconfitta prima del limite per ko tecnico.

Ho guardato Joshua, ha boxato bene. Penso sia più in forma, più potente e che i suoi pugni siano sempre più decisivi. Ha mandato a terra Pulev una volta e poi un’altra ancora. Poi è finito tutto.

Ho rivisto il mio match contro AJ due o tre volte, credo. Ora sto iniziando a capire cos’è che non andava allora e ho corretto quegli errori. Credo che sia difficile pronosticare un’eventuale strategia in caso di rivincita ma posso dire che cercherei di evitare gli errori commessi durante il primo combattimento. Se un rematch è realistico? Perché no, tutto è possibile nella vita. Mi piacerebbe combattere di nuovo contro Joshua“.

Andrey Ryabinsky, che promuove Povetkin, preferirebbe vedere combattere il suo assistito ancora due volte prima del ritiro.

Sono dell’opinione che la decisione debba essere presa in accordo con il mio stato mentale – ha detto Povetkin a proposito del ritiro – finché avrò il desiderio di boxare, lo farò. Non appena sparirà, mi ritirerò. Certo che ho pensato al ritiro, prima o poi dovrà accadere. Ho pensato anche a cosa farò una volta appesi i guantoni, un’idea potrebbe essere quella di aprire una società di promozione. Vedremo. Vorrei lavorare con i bambini, farli crescere sani non solo fisicamente ma anche a livello spirituale“.

Hearn: “In attesa del rematch con Povetkin, Whyte potrebbe affrontare Ortiz, Wilder o Ruiz”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X