fbpx

Hunter: “Povetkin sto arrivando da te”. Hearn: “Voglio portarli in Arabia!”

Michael Hunter (18-1-0, 12KO) ha combattuto lo scorso 13 settembre, al Madison Square Garden Theater di New York, in undercard della sfida per il WBC ad interim dei pesi leggeri tra Davin Haney e Zaur Abdullaev, superando Sergey Kuzmin ai punti e per decisione unanime, al termine delle canoniche dodici riprese.

Dopo la vittoria, “The Bounty” non ha perso tempo, e ha chiamato in causa l’ex campione del mondo Alexander Povetkin (35-2-0, 24KO). Il pugile russo non combatte dal 31 agosto, ovvero, dalla vittoria ottenuta ai danni di Hughie Fury e che gli ha permesso di ottenere il titolo WBA International, fino a quel momento vacante.

“Voglio Povetkin – ha dichiarato Hunter – Povetkin, se mi stai guardando, sto arrivando da te”.

Per molti analisti può sembrare una scelta azzardata, ma Hunter, il cui defunto padre negli anni a cavallo tra gli ’80 e gli inizi del ’90 è stato un contendente nella categoria regina, vuole dimostrare tutto il suo valore. Per tale motivo, ha scelto di salire nei pesi massimi.

Nel suo palmares ha una sola sconfitta, rimediata l’8 aprile del 2017 contro Oleksandr Usyk. In quell’occasione era in palio la cintura WBO della divisione dei cruiser. Sono poi seguiti altri sei successi, incluso quello ottenuto contro Kuzmin.

“Questo è un combattimento che voglio fare in Arabia Saudita. Michael Hunter contro Alexander Povetkin”, ha dichiarato il promoter della Matchroom Boxing, Eddie Hearn.

Chiaramente un riferimento al rematch tra Anthony Joshua ed Andy Ruiz Jr, che andrà in scena nel paese saudita il 7 dicembre, quello fatto dal promoter inglese. L’obiettivo dichiarato, difatti è di inserire il match tra Hunter e Povetkin, nel sottoclou dell’evento.

“È un buon match per Hunter, visto che è un pugile un po’ misterioso. Contro Kuzmin non ha perso un round. È sottodimensionato ma ha un grande cuore e sa davvero come muoversi sul ring”.

 

 

Condividi su:
  • 51
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X