fbpx

Povetkin: “Battuto Hughie, voglio Tyson Fury”

Dopo la sua vittoria per decisione unanime di sabato scorso su Hughie Fury, Alexander Povetkin ha messo gli occhi su un altro membro della famiglia, il campione lineare dei pesi massimi Tyson Fury.

“Sono molto contento della mia prestazione, abbiamo lavorato molto duramente nel traning camp e sono stato in grado di controllare la sfida con la mia aggressività”, ha dichiarato Povetkin che ha aggiunto una nuova vittoria al suo record conquistando il titolo WBA international. I cartellini sono stati identici, esprimendo un 117 a 111.

Il match, che si è disputato in un O2 Arena gremita per la serata, è stato il match precedente al main event, che vedeva impegnato Vasyl Lomachenko e Luke Campbell, in diretta su ESPN + negli Stati Uniti e Sky Sports Box Office in Inghilterra.

Dopo la vittoria, Povetkin ha iniziato a parlare del suo futuro e dei possibili incontri, incluso uno scontro con il cugino di Hughie, Tyson Fury. Il pugile russo ha dichiarato: “Ha parlato molto di me, dicendo che ho rifiutato alcune offerte per combattere contro di lui, peccato che queste offerte non mi sono mai arrivate. Parla di voler combattere in Inghilterra prima della fine dell’anno, questo è un piano perfetto per me. Sarei felice di tornare a combattere di fronte a questo grandissimo pubblico, per dimostrare a loro e al resto del mondo che posso battere Tyson Fury”.

Andrei Ryabinskiy, presidente di World of Boxing Promotions, società che organizza i match del pugile russo, ha dichiarato: “Alexander ha ancora la volontà e il desiderio di combattere, per questo vogliamo dargli un’altra opportunità per sfidare uno dei migliori combattenti dei pesi massimi”.

Vadim Kornilov, procuratore storico di Povetkin, ha dichiarato: “L’attività e l’impegno sono il fulcro della forza di Alexander. Siamo rimasti molto colpiti dal modo in cui ha combattuto contro Hughie Fury e ci piacerebbe combattere Tyson Fury in Inghilterra entro la fine dell’anno. Tyson parla molto e ha menzionato Alexander diverse volte, vediamo se è serio.”

Condividi su:
  • 75
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X