fbpx
Featured Video Play Icon

Plant si conferma campione in appena tre round

Caleb Plant ha gestito e impartito una lezione a Mike Lee, alla sua prima difesa del titolo mondiale IBF dei super medi.

L’imbattuto campione in carica ha mandato al tappeto il suo rivale una volta nel primo round e due volte nel terzo round. Al secondo atterramento, l’arbitro Robert Byrd ha interrotto l’incontro, all’1: 29 del terzo round. Il match faceva parte nell’undercard della sfida tra Manny Pacquiao e Keith Thurman all’MGM Grand Garden Arena.

Caleb Plant al terminde dell’incontro ha dichiarato: “Il match è andato esattamente come pensavo e come lo avevamo ipotizzato in allenamento. Assolutamente perfetto. Sono stato convito per tutta la settimana che non saremmo arrivati al termine della dodicesima ripresa. Hho mantenuto la mia parola e ho cercato di farlo. Spero che vi siate divertiti. Mi tolgo il cappello a Mike perché ci vuole un vero campione per entrare sul ring “

Un diritto overhand di Plant ha mandato Lee al tappeto al trentunesimo secondo del terzo round. Neanche il tempo di riprendersi che un gancio sinistro lo rispedisce di nuovo al tappeto. Tra il primo e il secondo conteggio c’è stato un altro destro di Plant che ha piegato le gambe dello sfidante che l’arbitro Byrd ha giudicato una spinta.

Byrd ha bloccato l’incontro mentre Lee tentava di rialzarsi. Lo sfidante ha protestato con veemenza per lo stop giudicato prematuro. Solo dopo l’incontro, a mente fredda ha dichiarato di aver capito la decisione di Byrd.

“La differenza di velocità tra di noi è stata la differenza”, ha detto Lee. “È veloce e molto preciso. In passato ho ottenuto molte vittorie grazie alla potenza nei miei colpi, ma questa sera non sono in grado di contrastarlo, è stato veramente superiore.”

 

 

Condividi su:
  • 29
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X