fbpx

Patera: “Valentino? Sono preparato al meglio.” 

La sfida tra il campione d’Europa dei pesi leggeri Francesco Patera e il campione d’Italia Domenico Valentino sulla distanza delle dodici riprese è una delle più attese della riunione pugilistica che avrà luogo all’ Allianz Cloud di Milano venerdì 25 ottobre. Si tratta di due pugili di altissimo livello.

Pur avendo solo 8 incontri da professionista, Domenico Valentino ha una grande esperienza sul ring avendo partecipato a tre Olimpiadi ed avendo vinto il titolo mondiale dilettantistico dei pesi leggeri nel 2009 al Forum di Assago battendo in finale il portoricano Jose Pedraza che da professionista è diventato campione del mondo IBF e IBO dei pesi superpiuma e dei pesi leggeri WBO.

Organizzata dalla Opi Since 82, dalla Matchroom Boxing Italy e dal servizio streaming DAZN, che la trasmetterà in diretta, la manifestazione ha come clou il combattimento tra il campione internazionale IBF dei pesi supermedi Daniele Scardina e il due volte campione del Belgio Ilies Achergui sulla distanza delle 10 riprese.

Francesco Patera si è fatto conoscere dagli addetti ai lavori e dal pubblico vincendo due volte il titolo europeo dei pesi leggeri: la prima contro il finlandese di origine kosovara Edis Tatli (contro cui ha perso la rivincita), la seconda contro il britannico Lewis Ritson. E’ stato quest’ultimo incontro a dare grande visibilità a Patera perché ha battuto Ritson alla Metro Radio Arena di Newcastle (Inghilterra) di fronte a diecimila spettatori. Battere un inglese che combatte di fronte ai propri tifosi è un’impresa che solo un pugile di grande talento può compiere. Francesco ha confermato la sua bravura il 28 giugno all’Allianz Cloud con una grande prestazione contro il nord-irlandese Paul Hyland: la superiorità di Patera è stata talmente netta da indurre l’arbitro a dichiarare il knock out tecnico al sesto round. Nato in Belgio da genitori italiani, il 26enne Francesco Patera parla benissimo l’italiano, si sente italiano e prova una grande emozione quando deve combattere in Italia come disse durante la conferenza stampa del 26 giugno: “Combattere in Italia per me è un sogno, ringrazio gli organizzatori che lo hanno reso possibile”. Professionista dall’ottobre 2012, Francesco Patera è salito sul ring 25 volte con un bilancio composto da 22 vittorie, 8 prima del limite, e 3 sconfitte. Il primo titolo che ha vinto è stato quello di campione del Belgio dei pesi leggeri.

Francesco, quando hai saputo che avresti difeso il titolo europeo contro Domenico Valentino?

“A metà agosto il mio manager Christian Cherchi mi ha detto che stava lavorando per concretizzare la sfida con Domenico Valentino. Sono stato lieto di questa notizia perché conosco bene lo stile di combattimento di Domenico, l’ho visto combattere quando era dilettante e poi ho guardato su You Tube alcuni suoi incontri da professionista. Ha uno stile simile al mio, ma io sono più esplosivo e veloce. Per questo, sono sicuro di batterlo.” 

Domenico ha avuto una lunghissima carriera tra i dilettanti. Pensi che questo possa compensare la breve carriera professionistica? 

“No perché il professionismo è tutt’altra cosa. Gli incontri per il titolo europeo sono sulle dodici riprese, mentre i dilettanti ne sostengono solo tre. In questo, ho più esperienza di lui.” 

Con chi stai facendo sparring? 

“Con l’ex campione dell’Unione Europea dei pesi superpiuma Faroukh Kourbanov ed altri professionisti belgi. Alcuni di loro hanno uno stile simile a quello di Domenico Valentino. Mi alleno sei giorni alla settimana, due volte al giorno. Sono preparato al meglio.” 

Conti di vincere per knock out? 

“Il mio obiettivo è vincere ogni round. Se poi vedo un’apertura cerco la soluzione prima del limite, ma non è questa la cosa più importante. L’importante è vincere.” 

In definitiva, i presupposti per assistere ad un combattimento spettacolare ci sono tutti. Non saranno da meno gli altri incontri previsti il 25 ottobre. L’imbattuto artista del knock out Maxim Prodan (17-0 e 1 pari con 14 KO) sfiderà il gallese Tony Dixon (12-2 con 3 KO) per il titolo internazionale IBF dei pesi welter. Il peso supermedio Ivan Zucco (9-0 con 8 KO) se la vedrà con il moldavo Vadim Gurau (6-5) che lo scorso marzo ha battuto a sorpresa Alessandro Goddi. Sarà un buon test per Ivan Zucco. Infine, saliranno sul ring il peso medio milanese Riccardo Merafina (6-0 con 3 KO), il peso welter Nicholas Esposito (10-0 con 5 KO), il peso superwelter Samuel Nmomah (11-0 con 3 KO) e il peso medio Joshua Nmomah (7-0 con 2 KO). I nomi dei loro avversari saranno annunciati nei prossimi giorni. Avrebbe dovuto combattere anche il peso supermedio Luca Capuano, ma ha dovuto rinunciare a causa di un infortunio.

Condividi su:
  • 23
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X