fbpx

ESCLUSIVA – Di Silvio: Il Titolo Italiano sarà il treno per l’Europeo

A pochi giorni dal titolo Italiano dei pesi leggeri a Pordenone, Pasquale “El Puma” Di Silvio racconta il suo percorso e i suoi progetti.

Il match di Sabato farà da cornice, insieme al titolo Italiano dei pesi mediomassimi, al titolo WBC internazionale dei pesi mosca tra Mohammed Obbadi e Cristofer Rosales. L’avversario scelto per il vacante titolo italiano sarà Francesco Invernizio. Il titolo inizialmente doveva essere disputato tra Davide Festosi (che lo aveva conquistato lo scorso aprile su Marco Siciliano) e Di Silvio. Festosi, però, è stato costretto a dare forfait a causa di un problema fisico. La notizia dell’infortunio è arrivata circa venti giorni prima, e Loreni, che aveva già contattato Domenico Valentino (per inserirlo nella serata) aveva vagliato una opzione con il pugile di Marcianise. Opzione, poi, valicata dal pugile siciliano Invernizio.

El Puma è cresciuto nella Laima Team sotto la guida del maestro Agnuzzi, ma si è avvicinato alla boxe seguendo sin da piccolo i successi degli zii Sandro e Romolo Casamonica (Sandro: ex campione WBO intercontinentale leggeri e sfidante al titolo mondiale di categoria nel 2000).

Credo che non c’è mai stato un momento preciso in cui io abbia scelto di voler fare il pugile, ma che la boxe è sempre stata parte della mia vita. Quando vedevo combattere i miei zii sentivo che il pugilato era parte di me e che sarebbe stata la mia vita.

A trentotto anni Pasquale traccia un bilancio della sua carriera e valuta quello che la vita potrà offrirgli nel prossimo futuro. Il già campione Italiano, crede che questa nuova opportunità possa essere un occasione di lancio verso il titolo Europeo. L’esperienza in campo internazionale non manca, e prima di pensare ad un futuro lontano dal ring, spera di potersi giocare una chance al più presto.

Il titolo Europeo sarebbe un sogno. Un giusto compenso per chiudere la carriera. Non posso farmi sfuggire questa opportunità.

Pasquale Di Silvio contro Emiliano Marsili

Fuori dall’Italia, gli avversari diventano sempre più pericolosi, anche se si tratta di italiani stessi. El Puma, infatti, ha affrontato Marsili a Tolfa per il titolo EBU, perdendo ai punti. Ricordando il match tra i più belli della sua carriera.

Quello con Marsili è stato un match spettacolare. Ho dato tutto me stesso, ma non mi sentivo al top. Però a dire la verità, l’incontro più duro è stato quello in Finlandia contro Tatli. Forse Edis è stato l’avversario più tosto che abbia mai affrontato. Si, è stato lui l’avversario più tosto.

Pasquale è molto attento a quello che succede sui ring del Mondo. E parlando dei prossimi appuntamenti più vicini alla sua categoria ci ha indicato Lomachenko vincente su Rigondeaux.

Credo che Lomachenko avrà la meglio sul cubano. Guillermo dovrà saltare due categorie, non sarà facile.  Credo anche, che Lomachenko dominerà la scena per molto tempo ancora.

Per paragonare gli eventi Italiani a quelli oltreoceano Pasquale crede che la ricerca degli sponsor e delle Tv sia essenziale per il pugilato. L’evento creato intorno a De Carolis è il giusto esempio.

E’ essenziale che le organizzazioni cerchino le TV e gli sponsor di spessore. Questo è routine in altri paesi, ma in Italia è importante che le due strade si incrocino prima che questo sport bellissimo sprofondi nel buio.

Dopo quasi diciotto anni sotto la guida del maestro Agnuzzi, Di Silvio è passato ad allenarsi a Civitavecchia con il maestro Mario Massai. Insieme al maestro Massai Pasquale stava preparando una giusta tattica per affrontare Festosi, poi negli ultimi giorni è arrivata la notizia dell’infortunio di Davide, ed allora cambia tutto.

Stavo preparando il match con Festosi. Poi tutto di botto sono rimasto un attimo perplesso, ho creduto di non dover combattere più. Dopo la notizia del suo infortunio aspettavo il sostituto: prima Valentino adesso Invernizio. Mah, che dire, ormai ci siamo. Ho visto combattere Invernizio, e tra lui e Festosi c’è molta differenza, comunque siamo pronti.

Il mio percorso è quasi in dirittura d’arrivo e, ripeto, sarebbe fantastico per me chiudere vincendo il titolo d’Europa. Dopo questa bellissima esperienza, mi piacerebbe aprire una palestra e stare in mezzo ai giovani, toglierli dalla strada e insegnargli questo meraviglioso sport che è la Boxe.

 

Le foto sono state fornite da Pasquale Di Silvio

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X