fbpx

Pacquiao: “Ho scelto Thurman perché uno dei migliori pound for pound”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  

Dopo mesi trattative e dichiarazioni, Manny Pacquiao e Keith Thurman hanno finalmente raggiunto un accordo. Adesso due dei principali pugili dei welter si fronteggeranno per la corona assoluta della WBA. Come abbiamo annunciato ieri, il teatro della sfida sarà l’MGM Grand di Las Vegas, incontro che avverrà il 20 luglio. Soli due settimane prima della riunificazione tra i welter tra Porter e Spence Jr.

Pacquiao su Yahoo Sports ha dichiarato: “Credo che Keith Thurman sia uno dei migliori combattenti pound for pound nel pugilato odierno. Ecco perché voglio combattere con lui. Ha affrontato e sconfitto due ex campioni welter, Robert Guerrero e Danny Garcia, e l’attuale campione mondiale WBC dei pesi welter, Shawn Porter. Ho sempre cercato nella mia carriera le migliori sfide e Keith Thurman è l’imbattuto campione del WBA.

È il miglior pugile a 147 libbre disponibile in questo momento, quindi ho guardato alcuni video di Thurman e ho visto che porta sul ring uno stile emozionante. Questo è ciò che vogliono i fan, due dei migliori sul ring. Voglio intrattenere i fan.”

Pacquiao (61-7-2, 39KO) ha battuto e dominato l’ex campione Adrien Broner il 19 gennaio, che vendendo quasi 400.000 PPV. Il filippino  si è nuovamente dimostrato, nonostante l’età, di essere ancora uno dei pugili più seguiti in PPV. Pacquiao è secondo solo a Floyd Mayweather in termini di unità PPV vendute nel 21° secolo. Adesso a 40 anni “suonati”, accetta una nuova sfida che potrebbe aprire al vincitore una riunificazione della sfida tra Spence e Porter, per un nuovo match da PPV da record. Il tempo sembra scivolare addosso al filippino che nonostante sta affrontando una lunga campagna da senatore, si lancia in una nuova sfida.

Thurman è apparso opaco con Lopez, e molti addetti ai lavori dubitano del pieno recupero dopo gli infortuni subiti, che lo hanno costretto allo stop. Un verdetto molto incerto, unica cosa sicura sarà la voglia di vincere, visto che il probabile perdente potrebbe cadere nel dimenticatoio mediatico.

 

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X