fbpx

NXTGEN LONDON: Lezzi out alla terza, per squalifica. Vuole lasciare… La serata è piacevole

Da Londra, lo stesso Francesco Lezzi annuncia di aver perso per squalifica alla terza ripresa. Le reazioni a caldo sono disastrose: vuole ritirarsi.

Alla York Hall di Londra, “N X T G E N” è la serata organizzata dalla Matchroom di Eddie Hearn. Dura solo tre riprese, però, il primo match della serata che vede impegnati Ted Cheeseman e Francesco Lezzi.

Francesco Lezzi

Francesco Lezzi

L’arbitro ferma l’incontro ed assegna l’incontro al padrone di casa per squalifica. Il ragazzo di Bari incassa le azioni del britannico per tutto il tempo. Nel primo round non porta nessun colpo. Accenna qualche azione nella seconda ripresa, su suggerimento dell’arbitro. Ma la precisione di Cheeseman è chirurgica anche in questo round. A questo punto l’avversario del barese diventa l’arbitro. Dopo un duro colpo, subito al volto, che lo spinge con forza alle corde, arbitro parte con il conteggio ma Francesco non ci sta e protesta. Proteste che continuano nel minuto di pausa tra il secondo ed il terzo round. Subisce ancora la furia anche nel terzo round, e dopo aver legato con l’avversario accenna ad una testata, l’avversario principale lo nota e lo richiama ufficialmente. Lezzi lo ‘manda a quel paese’ senza giri di parole. Il match è finito ed il barese è sommerso dai fischi…

Alla quarta sconfitta consecutiva, deluso annuncia di voler lasciare la boxe.

Il super-welter aveva dato battaglia a Felice Moncelli lo scorso 21 gennaio, in una sfida molto dubbia e lo scorso giugno invece perdeva per Split Decision contro Vincenzo Bevilacqua, in una battaglia avvincente. Sarebbe un peccato perdere un pugile come lui.

Nella serata brillano Laurence Okolie, Jack Ball, Joe Cordina. Quinto KO per il cruiser Okolie. Isaac Chamberlain assiste da bordoring per nulla impressionato dal match. Il venticinquenne Cordina batte il connazionale Speight con colpi al corpo sensazionali.

Il main event della serata è Benn (7-0-0) vs Baker (4-0-0).

Conor Benn

Conor Benn

Il ventisettenne Kane parte aggressivo sin da subito. Esaltanti i colpi isolati di Destroyer. Le corde salvano Baker dal distruttivo diretto destro di Conor, e la campana lo aiuta ancor di più. Il secondo round lo apre una testata di Baker con tanto di richiamo, e lo chiude Conor Benn con una azione micidiale. Il gancio sinistro destabilizza Kane e l’azione successiva lo accompagna al tappeto con un gancio destro finale. Sesto KO per il figlio d’arte.

Il bronzo di Rio2016 Joshua Buatsi, dopo il debutto con KO ai danni di Carlos Mena, è l’atro main event della serata. Alla vigilia Hearn ha dichiarato che l’anglo-ganese può diventare campione mondiale dei mediomassimi nel giro di 16 incontri.

Ha le mani pesanti, Buatsi, e Baptiste Castegnano (8-12-0) non rifiuta l’affronto, accusando il più delle volte i colpi al volto. L’accellerazione alla quarta ripresa presagisce il KO del round successivo. Il colpo al fegato atterra Castegnano, stremato dalle bordate che non poteva più contrastare. A quel punto, la miglior soluzione per il francese è restare col ginocchio a terra.

Condividi su:
  • 22
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X