fbpx

Gassiev: “Finalmente il mio ritorno contro Seferi. Senza la boxe è stato brutto per me”

L’ultima volta che abbiamo visto Murat Gassiev sul ring, stava cercando di diventare il campione indiscusso dei Massimi Leggeri, sfidando il talentuoso ucraino Oleksandr Usyk nella finale della World Boxing Super Series.

Da quel giorno tutto è andato storto. Da quel 21 luglio 2018 tutto è cambiato per il fighter russo. L’ex campione WBA e IBF dei pesi Cruiser ha perso per decisione unanime contro Usyk. Inoltre in quel match ha subito un brutto infortunio alla spalla sinistra che ha avuto bisogno di un intervento chirurgico. Spalla che è stata oggetto di un altro infortunio durante la preparazione del suo match di rientro a febbraio. Poi durante la pandemia una sua infelice dichiarazione, nella quale si era descritto come free agent, lo aveva portato ad essere giudicato dalla Warriors Boxing e dalla Ural Boxing Promotions per violazione del contratto.

Due anni e tre mesi dopo la sconfitta all’Olimpiyskiy di Mosca, Gassiev tornerà sul ring sabato 31 ottobre per il suo debutto tra i pesi massimi contro il 43enne Nuri Seferi alla WOW Arena di Sochi, in Russia. Oltre alla lunga attesa del ring, ci sono state anche numerose peripezie sulla scelta dell’avversario. Infatti i primi due avversari, Kevin Johnson e Sefer Seferi, si sono ritirati dalla contesa, il primo a causa di problemi con il visto, il secondo per positività al COVID.

“Essere rimasto lontano dalla boxe negli ultimi due anni è stato un tempo lunghissimo, ma sono entusiasta di tornare finalmente sul ring questo sabato,” ha dichiarato Gassiev a Boxingscene.com. “Mi sono preparato per una sfida durissima. Nuri Seferi è un buon avversario. Ho fatto sparring con moltissimi pesi massimi e mi sento a mio agio. So che combattere contro un peso massimo è diverso, ma sono pronto a provare questa nuova categoria. Questo è un peso comodo per me. Mi sento bene. È un grande momento per la divisione dei pesi massimi. Ci sono grandi combattenti e campioni, e voglio affrontarli tutti.

Finalmente mi sono lasciato alle spalle gli infortuni. Niente mi ha dato fastidio durante questa preparazione“, ha continuato Gassiev. “La parte più frustrante degli ultimi due anni è stata l’attesa, la continua attesa. La boxe è la mia vita. Ho messo il mio cuore in questo sport. Senza la boxe, è stato molto brutto per me. Sono finalmente di nuovo felice”.

Thurman: “La boxe senza le persone non è boxe. Sono la vita per questo sport”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X