fbpx

Il mondo della boxe perde Carlos De Leon

Carlos “Sugar” De Leon ha visto a malapena le prime ore del nuovo anno prima di spegnersi nel calore della sua casa di Buffalo, New York, mercoledì mattina. Primo campione mondiale porticaricano nei pesi cruiser, De Leon (53-8-1, 33KO) aveva 60 anni. La causa ufficiale della morte è stata attribuita a un arresto cardiaco, anche se l’ex campione ed allenatore aveva avuto tanti problemi di saluti negli ultimi anni.

De Leon era nato il 3 maggio 1959 a Trujillo Alto, a Puerto Rico, e si era laureato campione del mondo nel novembre 1980, quando vinse contro l’allora campione mondiale WBC Marvin Camel. Sfortunatamente, il suo primo regno da campione durò appena sette mesi, prima di essere battuto da ST Gordon in appena due riprese. Sconfitta che vendicò un anno dopo riottenendo nuovamente il titolo.

Dopo due anni da campione del mondo, perse nuovamente il titolo nel 1985, alla sua quarta difesa contro Alanzo Ratliff, in un match perso ai punti per Split Decision al Riviera Hotel di Las Vegas. Poi un terzo regno nel 1986, sempre con il titolo WBC in vita, fu interrotto da Evander Holyfield in un match di riunificazione nel 1988, prima di cedere il titolo a “The Real Deal” disputò anche una difesa in Italia contro Angelo Rottoli vinta per TKO alla quinta ripresa.

Appresa la notizia, il presidente del WBC, Mauricio Sulaiman, con grande dispiacere ha rivelato: “La famiglia del WBC è triste nel riferire l’improvvisa scomparsa di uno dei più grandi campioni dei massimi leggeri, Carlos DeLeon. Ci uniamo alla sua famiglia nel dolore. Che riposi in pace. Adiós Campeón.”

Il 27 luglio 1990, al Outdoor Arena di Capo d’Orlando, il pugile porticano, campione del mondo in carica, incrociò i guantoni con Massimiliano Duran. Il pugile italiano riuscì a strappare la vittoria e il titolo alla fine dell’undicesima ripresa per squalifica del fighter portoricano. Duran ha deciso di ricordarlo sui social network con queste brevi parole: “Ho appena appreso questa pessima notizia, sono profondamente addolorato, non so le cause, ma perdo un grande avversario, da cui ho imparato molto.” 

Cessata la sua attività agonistica, si è dedicato alla crescita di giovani talenti della comunità di Buffalo. Ha allenato i ragazzi insieme ai suoi fratelli Juan e Angel, aiutando anche l’ex olimpionico, nonché ex sfidante al titolo, Orlando Cruz, oltre all’ex campione dei superwelter Angel “Tito” Acosta, entrambi talenti portoricani.

Amer Abdallah, noto campione di kickboxing, che ha lavorato con Leon nella preparazione di alcuni titoli, ha rilasciato le seguenti parole: “Sono atterrito dalla notizia della scomparsa di Carlos Sugar De Leon Sr questa mattina. Era un gigante leggendario sul ring, pur essendo stato quattro volte campione del mondo dei pesi cruiser, era una delle anime più gentili che abbia mai incontrato. Riposa in pace, fratello maggiore. Preghiere e amore per la famiglia De Leon. ”

Condividi su:
  • 184
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X