fbpx

Munguia manda KO O’Sullivan all’undicesima

Buona la prima. Nella giornata di ieri, l’ex campione mondiale WBO dei superwelter, il messicano Jaime Munguia (35-0, 28KO), ha debuttato nella categoria dei pesi medi, battendo il più esperto Gary “Spike” O’Sullivan (30-4, 21KO). L’incontro, andato in scena all’Alamodrome di San Antonio, in Texas, ha visto la vittoria del 23enne messicano per tko all’undicesima ripresa.

Una serie di colpi portata da Munguia all’indirizzo dell’irlandese ha costretto l’angolo di quest’ultimo a gettare la spugna, costringendo l’arbitro Mark Calo-Oy a fermare le ostilità al minuto 2:17 dell’undicesimo round. “Ho sentito veramente la differenza nel combattere a 160 libbre – ha ammesso Munguia – mi sono sentito molto più forte rispetto a quando combattevo a 154“.

Munguia ha mostrato tutto il suo talento contro un veterano che non ha mollato, cercando di rispondere agli attacchi del giovane messicano che, dopo essere stato richiamato dall’arbitro per un colpo irregolare sotto la cintura nel corso del settimo round (venendo penalizzato con un punto di penalizzazione), ha accelerato le operazioni, riversandosi sull’irlandese nei round dieci e undici, prima dello stop dell’arbitro.

Per quanto riguarda lo score di O’Sullivan, si tratta della quarta sconfitta subita in carriera, la terza prima del limite. L’irlandese è stato sconfitto da pugili di altissimo livello (oltre al già citato Munguia, David Lemieux, Chris Eubank Jr e Billy Joe Saunders).

Ora Munguia guarda avanti e punta dritto al campione WBO delle divisione, lo statunitense Demetrius “Boo Boo” Andrade (28-0, 17KO), anche lui un tempo campione dei superwelter per la sigla WBO. Munguia è diventato lo sfidante numero uno al titolo, anche se dovrà aspettare il risultato dell’incontro previsto per il 30 gennaio e che vedrà opposti uno di fronte all’altro, Andrade e l’irlandese Luke Keeler (17-2-1, 5KO).

Voglio affrontare i migliori pesi medi – ha dichiarato Munguia al termine della vittoria ottenuta contro O’Sullivan – voglio Canelo, Golovkin e Charlo. Li voglio tutti“.

Condividi su:
  • 115
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X