fbpx

Munguia vs Hogan. Nel suo futuro Alvarez. Ma Canelo dice: “Non lo voglio!”

Condividi su:
  • 25
  •  
  •  

Come dichiarato dal presidente della Golden Boy Promotions Eric Gomez a ESPN, il 13 Aprile vedrà il ritorno sul ring di Jaime Munguia. All’Arena Monterrey, in Messico, il campione mondiale WBO dei superwelter metterà in palio la sua cintura contro Dennis Hogan. Il 22enne Munguia (32-0, 26 ko) difenderà per la quarta volta il titolo mondiale ottenuto sconfiggendo Saddam Ali per KO alla quarta ripresa.

Lo sfidante Dennis Hogan (28-1-1, 7 ko), un 33enne irlandese oggi trapiantato in Australia, è reduce da un filotto di sei combattimenti vinti che hanno fatto seguito all’unica sconfitta rimediata in carriera, contro Jack Culcay.

Per Gomez l’incontro potrebbe riservare momenti molto accesi, proprio grazie allo stile di Hogan: “È un combattente molto duro e farà un buon match perché è un pressure fighter che ama farsi avanti ed essere aggressivo proprio come fa Munguia”.

Gomez ha inoltre sottolineato come a breve avverrà il passaggio di Munguia nei pesi medi: “Ne abbiamo parlato e pensa di poter finire l’anno a 154 [nei superwelter, ndr]. Combatterà quattro volte quest’anno e questo sarà il suo secondo incontro, quindi dopo questo match ne discuteremo nuovamente con il nostro partner (promozionale) Fernando (Beltran di Zanfer Promotions) e con Munguia, lui dice che può ancora fare il peso e sembra tranquillo nel farlo, ma in futuro passerà nei pesi medi”.

A tal proposito fanno discutere le dichiarazioni rilasciate sempre ad ESPN da Saul Canelo Alvarez, in merito ad un eventuale scontro con il connazionale. Durante un’intervista, il campione dei pesi medi WBC e WBA ha sottolineato come preferirebbe evitare di dover combattere contro un altro messicano, e quindi anche contro Jaime Munguia: “Io rappresento il Messico, non mi piace l’idea di affrontare un messicano, non mi piacerebbe farlo e vorrei rimanere fedele a questo [proposito, ndr.] perché rappresento il Messico”.

Ma lo scenario potrebbe invece presto vederlo opposto proprio al connazionale Jaime Munguia, il cui passaggio nei medi è previsti per gli inizi del 2020. Munguia ha di recente siglato un accordo con la Golden Boy Promotions, che cura anche l’immagine di Canelo, ed entrambi sono sotto contratto con DAZN. Se la Golden Boy e DAZN ritenessero il match un buon affare – cosa tra l’altro assai probabile seppur non in tempi così brevi – difficilmente i due pugili finirebbero per dire no: “Alla fine, sono loro a comandare, se lo considerano un buon combattimento, allora lo farei, ma non mi piacerebbe”, ha dichiarato Canelo.

Durante la sua già lunga carriera, Alvarez ha affrontato 23 connazionali, l’ultima volta nel Maggio 2017 contro il figlio della leggenda, Julio Cesar Chavez Jr.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X