fbpx

Munguia: “Prima la difesa del titolo e poi Golovkin”

Condividi su:
  • 67
  •  
  •  

Jaime Munguia è insaziabile: il 22enne messicano attuale campione WBO dei pesi superwelter, si prepara a difendere il suo titolo, conquistato a maggio del 2018 contro Sadam Ali, per la quarta volta questo weekend contro Dennis Hogan e nel frattempo lancia anche il guanto di sfida all’ex re dei medi GGG.

Un match che sarebbe potuto andare in scena già lo scorso anno: Munguia infatti era stato proposto come potenziale avversario di Golovkin in sostituzione di Canelo Alvarez, sospeso per aver fallito il test anti-doping, ma alla fine la scelta, come sappiamo, finì per ricadere su Vanes Martirosyan, sconfitto poi tra l’altro facilmente dal kazako.

Nonostante l’occasione di sfidare Golovkin non si sia concretizzata, il 2018 di Munguia è stato a dir poco perfetto, e una volta superata la difesa contro Hogan, l’obiettivo per il messicano è di alzare altresì l’asticella e proseguire con un 2019 ancora più speciale.

Lo stesso campione WBO ha dichiarato: “Sono molto interessato a sfidare Golovkin, soprattutto adesso che ha firmato con Dazn. Sarebbe una bella battaglia per noi e per la gente. Un anno fa non poteva accadere. Ma ora ovviamente è una possibilità. Se già allora mi sentivo pronto, adesso lo sono ancora di più. In questo momento sono proiettato sulla sfida contro Hogan, ma dopo il 13 Aprile mi piacerebbe affrontare seriamente il discorso”.

Nonostante questo significherebbe crescere di peso l’imbattuto messicano ha sottolineato: “Sto valutando l’idea di salire a 160 lb. Non so se già dal prossimo incontro, se entro fine anno o per il prossimo, ma vorrei provarci. Per ora mi sono preparato a 154 lb per questo match, ma la categoria dei pesi medi è il mio obiettivo.  Sono un po’ grande fisicamente per essere un superwelter. Ci vuole un po’ di lavoro per farlo. Certo mi sono abituato ed inevitabilmente lo faccio”.

Anche Albert Alcazer, allenatore di Munguia, ha detto la sua a tal proposito: “Abbiamo dei piani. Ci sono delle sfide in futuro per noi, certo noi vorremmo le più grandi. Quello con GGG un incontro che potrebbe avvenire dunque, ma prima dobbiamo pensare a superare la sfida di sabato per poi iniziare a interessarci al resto.

Il mio compito è quello di far arrivare Munguia pronto alla prossima sfida, a prescindere da chi affronterà. Una scelta che farà ovviamente il promoter De La Hoya. Noi saremo in grado di affrontare e battere chiunque. Per il momento intanto siamo concentrati sulla difesa del titolo“.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X