fbpx

Roach: “La morte di Kobe una grande perdita per Manny”

Freddie Roach ricorda con affetto Kobe Bryant scomparso a causa di un incidente, insieme a sua figlia Gianna e ad altre 7 persone, mentre era a bordo del suo elicottero los corso 26 gennaio.

Il noto allenatore non dimenticherà mai il giorno in cui il suo pugile Manny Pacquiao incontrò la leggenda della NBA nella loro palestra a Los Angels e soprattutto l’eccitazione mostrata dalla stella filippina nell’incontrarlo. Pac-man che ama il basket, che ha praticato la pallacanestro a livello professionsitico e che ancora tutt’oggi, oltre ad avere una propria squadra nel suo Paese natale, si diverte ancora a giocarci, era e lo è ancora un grandissimo fan del cestista americano dei Lakers, ritiratosi dopo venti anni di carriera nel 2016.

Bryant visitò la Wild Card Boxing Club di Roach a West Hollywood nell’autunno del 2011, durante una pausa del torneo NBA. Pacquiao si stava preparando in quel momento per la sua terza sfida contro la sua nemesi messicana Juan Manuel Marquez del novembre di quell’anno.

“È impazzito quando è arrivato Kobe quel giorno”, ha detto Roach al New York Post. “È stato incredibile. È stato il giorno più bello della sua vita, credo. Un curioso Bryant ha posto molte domande sul regime di allenamento di Pacquiao. E Manny gli ha chiesto del basket e del tiro, di come diventare un giocatore migliore e ha cercato di carpire la sua mentalità. Non è un tipo timido nel porre domande. Manny gioca ancora a basket ogni giorno. Ha una campo coperto a casa sua. È un fanatico del basket. So che perdere Kobe è davvero una grande perdita per Manny, così come per il mondo intero”.

“Kobe, era un gentiluomo”, ha continuato Roach. “Mi ha chiesto dei metodi di allenamento di Manny, di come abbiamo trovato la sua struttura e perché abbiamo fatto gli esercizi in un determinato ordine particolare. Era davvero un bravo ragazzo e gentile con tutti “.

Bryant aveva solo 41 anni, la stessa età di Pacquiao, al momento del fatale incidente in elicottero di una settimana fa, che ha visto coinvolta anche la sua figlia tredicenne. Pacquiao ha espresso la sua tristezza per la morte di Bryant pubblicando questa dichiarazione attraverso il suo account Twitter: “Il mondo ha perso una leggenda oggi, ma l’impatto e l’eredità che ha lasciato dietro durerà per sempre! #RIPMamba.”

Insieme a queste parole Pacquiao ha allegato una foto di lui e Bryant dal giorno in cui si sono incontrati.

 

 

Condividi su:
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X