fbpx

Molina vs Lopez: due picchiatori amici, pronti alla battaglia.

Questo week end, nell’undercard della riunificazione tra Errol Spence Jr e Shawn Porter, si incroceranno sul ring John Molina e Josesito Lopez allo Staples Center. Due picchiatori amici da una vita, ma che sono pronti a battagliare fino all’ultimo round. Infatti nonostante nel pre-match la sfida sia stata presentata come una faida, con frasi provocatorie da entrambe le parti, subito dopo l’ultimo gong li vedremo abbracciarsi e andare a cena insieme. E allora tutti si renderanno conto che era un escamotage strettamente commerciale tra due veterani che conoscono come scatenare entusiasmo nel pubblico americano.

“In realtà siamo buoni amici”, ha detto Molina. “Abbiamo iniziato a lavorare insieme, quasi nello stesso momento, siamo molto simili nello stile e il nostro curriculum è quasi identico. Ma c’è sempre stata differenza tra le nostre categorie di peso, lui è salito molto più velocemente di me nelle categorie. Sapevo che ci saremmo incontrati, ma non pensavo che avvenisse in questa fase delle nostre carriere.”

Due pugili atipici, Molina e Lopez: potrebbero battere l’ottanta percento dei migliori pesi welter, tuttavia fino ad ora si sono concentrati su quel venti percento in grado di metterli in palese difficoltà. Negli ultimi anni Molina ha sfidato Terence Crawford e Omar Figueroa, mentre Lopez ha affrontato Keith Thurman, Andre Berto e Canelo Alvarez. Nonostante l’età, entrambi credono che questo match sarà il trampolino di lancio per il vincitore, magari per ottenere una nuova sfida titolata, che potrebbe avere un esito diverso dalle precedenti.

Molina in occasione della press-conference ha dichiarato: “Sono affari. È il modo in cui nutriamo le nostre famiglie. Sappiamo qual è l’obiettivo, qual è il premio e siamo gladiatori. Detto questo, mi aspetto il miglior Lopez. Lui è un uomo intelligente, quindi sono sicuro che si aspetta a sua volta la mia miglior versione”.

Adoro il fatto di aver guadagnato il rispetto dei pugili che hanno diviso con me il ring, è un grande onore essermelo guadagnato. Sono davvero orgoglioso di questo. Sono disposto ad andare ovunque per dare battaglia a chiunque. È qualcosa che devi gestire prima con la mente, perché in caso contrario, ti farai male lì. 

Mentirei se dicessi che non punto al mondiale. Ma in questo momento, sono concentrato su una sfida alla volta. Il mio obiettivo principale ora è questo match. Sono concentrato per combattere con Lopez e anche lui sarà lì per sconfiggermi. Sarà un grande orgoglio vincere. Che sia una partita di basket o di biliardo, io voglio vincere e sono disposto a percorrere strade impervie per farlo. L’unico ostacolo ai miei scopi è che in questo match il mio avversario sarà disposto a fare altrettanto”.

Se entrambi si presenteranno nella migliore forma possibile, il match sarà decisamente infuocato. Sia l’uno che l’altro sanno che, superati i 35 anni, sono all’ultima grande occasione per rilanciare le rispettive carriere. Non ci saranno cinture in palio, o grandi somme di denaro, ma è una sfida tra due amici-nemici che ci tengono a dimostrare che possono rimanere a certi livelli.

Molina e Lopez sono dunque desiderosi di mostrare spettacolo, cercando di strappare lo scettro di protagonista ai più famosi colleghi del main event della serata. E chissà, magari candidarsi a una sfida con il gran vincitore.

Condividi su:
  • 26
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X