fbpx

Mikey Garcia vince su Jessie Vargas ma il match è chiuso!

Un battaglia vera tra due pugili indomiti, che hanno messo in gioco la loro credibilità rispetto ad una categoria ultra competitiva come quella dei welter.

Sul ring del Ford Center at the Star di Frisco, Texas, è andato in scena un duro confronto tra Mikey Garcia (40-1-0, 30 KO) e Jessie Vargas (29-2-2, 11 KO): un match incerto, con momenti favorevoli all’uno e all’altro.

Ha vinto Mikey e lo ha fatto col piglio del grande campione nonostante, ribadiamo, la categoria dei welter non gli appartenga, semplicemente per una mera questione fisiologica: Garcia è strutturalmente troppo piccolo per i welter, e non sarà certo qualche chilo in più a renderlo fisicamente adeguato. Ma Mikey non sembra preoccuparsene e continua nella sua rincorsa al titolo mondiale – non certo la cintura Diamond WBC – nella quinta categoria di peso.

Incurante dei colpi e dell’evidente svantaggio fisico, seppur bilanciato dal poco pugno di Vargas, Mikey ha saputo sfruttare al meglio le sue doti di tempista entrando nella guardia di Vargas ogni volta che gli si presentava l’occasione. Scelta di tempo, convinzione e abilità nel deviare e sporcare le traiettorie o attenuare il peso dei colpi ricevuti: Mikey ha dovuto sfoggiare tutta la sua sapienza pugilistica per venire a capo di un pugile scorbutico e mai domo.

La capacità di Jessie di assorbire i pugni e soprattutto di rispondere colpo su colpo è cosa nota. Vargas, pur finendo al tappeto in qualche circostanza, non è mai stato sconfitto per KO, ed è sempre giunto al suono dell’ultima campanella: un pugile le cui resistenze vanno scalfite con costanza e tenacia, e soprattutto con qualità e accortezza, perché in grado di rovesciare le sorti di un incontro grazie alla lucidità con cui sa stare sul ring nell’arco di tutte le 12 riprese.

Il match ha vissuto fasi alterne. Nella prima metà dell’incontro è Vargas a dettare legge col jab e combinazioni veloci che mettono in evidente difficoltà Garcia. Jessie controlla con autorità la distanza, grazie alla maggior velocità di braccia e ad un allungo decisamente superiore. Lavora bene al corpo e alterna al jab il diretto destro ma soprattutto il gancio sinistro, che creerà non pochi problemi a Garcia. Mikey sembra non trovare inizialmente i tempi giusti ma dopo qualche colpo subito di troppo, decide di entrare in azione con piglio più deciso e i suoi famosi uno due cominciano a far breccia nella guardia di Vargas.

Appare evidente come la produzione offensiva di Mikey sia meno voluminosa, ma più accorta ed efficace. Quando colpisce, lo fa con tutto il peso del corpo, perfettamente bilanciato, senza mai perdere coordinazione o controllo. Vargas riesce a pizzicarlo più volte, ma sempre in modo meno fruttuoso. Così Garcia prende pian piano il sopravvento.

Alla quinta ripresa combinazione jab diretto di Mikey, che col destro impatta sulla tempia del rivale. Vargas è scosso, e viene raggiunto da un gancio sinistro corto di Garcia. Mikey lo assale e con un bel diretto destro lo manda al tappeto. Vargas si rialza e riesce a salvarsi, ma solo grazie al suono della campanella.

Da qui comincia la seconda fase del match, con Mikey ad assumere il controllo della situazione. Vargas continua a produrre una mole consistente di colpi, ma quelli di Garcia appaiono ben più efficaci. All’ottavo round un’altra combinazione jab diretto di Mikey scuote nuovamente Vargas, che si rifugia alle corde, finendo in balia dei colpi del rivale. Ma ancora una volta è la campanella a salvare Vargas.

Seppur scosso e rallentato a causa dei colpi subiti, Vargas riesce a rimanere nel match e riprende a lavorare col jab. Anche Mikey sembra tirare il fiato, seppur pronto a colpire al minimo cenno di errore da parte del dirimpettaio.

Il match scivola così nella fase finale, con Vargas a lavorare maggiormente e Garcia a colpire con più vigore, nel tentativo di chiudere la contesa, senza tuttavia trovare il colpo risolutore ed anzi esponendosi a due ganci pericolosi di Vargas in chiusura d’incontro.

Si arriva alla lettura dei cartellini. Vince Mikey Garcia per decisione unanime con i seguenti punteggi, 114-113, 116-111, 116-111, che forse non fotografano al meglio quanto visto sul ring: un match molto chiuso, con Vargas a produrre un maggior volume di colpi e Garcia a risultare più incisivo.

 

 

 

Condividi su:
  • 102
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X