fbpx

Garcia: “Volevo ritirarmi a 30 anni, ma ho altro da fare: voglio essere tra i più grandi”

Mikey Garcia ha ancora voglia di mettersi in gioco e dimostrare tutto il suo valore sul ring. Il campione mondiale in quattro divisioni di peso differenti dichiara di sentirsi a posto sia fisicamente che mentalmente e di essere intenzionato a rimanere ancora a lungo ancora nel pugilato per raggiungere nuovi traguardi. Uno fra tutti quello di diventare campione anche nella quinta classe di peso, quella dei welter.

“Quando ho inziato la mia carriera da pro, avevo in mente di ritirarmi a 30 anni. Se non mi fossi mai fermato, probabilmente mi sarei ritirato tra i 30 e i 32 anni. Ma visto considerato che ho avuto una pausa nella mia carriera, ora le cose sono è cambiate. Ho 32 anni e mi sento nel fiore degli anni. Dunque sicuramente non mi ritirerò presto come pensavo“, le sue parole durante una recente intervista rilasciata su Instagram Live della Premier Boxing Champions a Ray Flores.

Garcia difatti ha debuttato da pro a 18 anni nel luglio del 2006, ma quando aveva compiuto da poco 26 anni una disputa contrattuale con il suo ex promoter, Bob Arum, lo aveva costretto ad un periodo di stop forzato durato circa due anni e mezzo. Quando Garcia e la Top Rank hanno raggiunto un accordo per la risoluzione del loro contratto nel maggio del 2016, due mesi dopo Garcia è tornato sul ring per affrontare Elio Rojas (sconfitto per tko alla quinta ripresa). Da allora, il pugile nativo di Ventura, ha conquistato e aggiunto alla propria collezione, i titoli mondiali WBC e l’IBF dei pesi leggeri e l’IBF dei superleggeri, prima di dare l’assalto, poi fallito, alle cinture IBF e WBC dei welter contro Errol Spence di marzo del 2019.

La sua prima sconfitta in carriera per mano di The Truth in una categoria di una taglia “troppo grande per lui”, tuttavia non ha distolto Garcia dal suo obiettivo: lo scorso 29 febbraio è tornato sul quadrato ancora al limite delle 147 libbre, questa volta uscendone vincitore, ai punti, contro Jessie Vargas. Ed ora nel mirino di Garcia c’è la stella filippina Manny Pacquiao, attualmente “super” campione WBA dei pesi welter, che non appena la pandemia da Covid-19 lo permetterà, Mikey spera di affrontare per potersi giocare la possibilità di portarsi a casa una cintura in una nuova categoria di peso.

“Io personalmente credo di continuare a combattere per almeno altri 3-5 anni. Tuttavia, se le cose dovessero cambiare o mi dovessi fare male, allora è normale che a quel punto dovrei smettere. Ma se sarò sano e in forma fisicamente per continuare a combattere e a competere a questo livello, allora sicuramente continuerò ancora per diversi anni. Come ho detto, c’è così tanto altro che voglio realizzare e non mi vedo andare in pensione tanto presto. Voglio lasciare una grande eredità. Voglio lasciare una grande impronta nel pugilato. Voglio essere ricordato tra i più grandi per farlo”.

Reynoso su Garcia: “Per diventare un grande campione, abbiamo ancora molta strada da fare”

 

Condividi su:
  • 33
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X