fbpx

Tyson e Jones Jr vincono entrambi: i due ex campioni divertono e si divertono

Mike Tyson e Roy Jones Jr si sono divertiti e hanno divertito. Una serata di boxe per vecchi nostalgici che pur non aspettandosi grandi imprese dalle due ex leggende, hanno atteso questa notte con grande trepidazione, memori delle gesta sportive passate dei propri beniamini rimasti loro sempre nel cuore.

Probabilmente aver deciso di tornare sul ring ad oltre 50anni per qualcuno è stato un azzardo, per molti altri un espediente di marketing, per altri ancora una pagliacciata, ma per entrambi i campioni come ben sappiamo è stato un modo per aiutare il prossimo. Grazie alla loro performance infatti i due hanno portato a termine l’impegno che si erano prefissati: raccogliere fondi, tanti, da donare in beneficienza.

Ovviamente chi si aspettava che sul ring avrebbe avuto davanti i due pugili di un tempo si illudeva. Rivedere il devastante “Iron Mike” o l’incredibile Fulmine di Pensacola di anni fa era chiaramente utopia. Tuttavia sia Tyson che Jones hanno offerto uno spettacolo godibile, che ha rispettato la formula con la quale è stato organizzato l’evento, quella della semplice esibizione.

Allo Staples Center di Los Angeles, come convenuto in precedenza, i due ex campioni si sono affrontati in un match esibizionistico sulla lunghezza di 8 round da 2 minuti utilizzando dei guantoni più spessi rispetto a quelli regolamentari e ha avuto come osservatori tre giudici d’eccezione, designati dal WBC: Chad Dawson, Christy Martin e Vinny Pazienza. I tre hanno utilizzato il ‘WBC Remote Scoring System’ per dare il loro giudizio e a fine contesa i loro cartellini hanno recitato 76-76 (quello di Martin), 79-73 (quello di Dawson) per Tyson e 76-80 (quello di Pazienza) per Jones. Ma come preannunciato, visto lo scopo dell’incontro, sul ring tutto è finito con un pareggio.

Nel primo round Tyson si è impossessato del centro del ring, mentre Jones si è mosso molto e ha lavorato come di consueto a mani basse sfruttando la sua velocità di braccia. Iron Mike ha lavorato con i Jab per accorciare la distanza e ha poi centrato il suo rivale con un ottimo gancio. La seconda ripresa si è aperta con una sfuriata di Mike Tyson che con un balzo felino, subito dopo la campana, ha esploso un montante e un gancio sinistri entrambi caricati. Jones costretto a legare di mestiere, con l’ex campione dei pesi massimi ha sfruttato il clinch per continuare a colpirlo e spezzare il fiato.

Molto sporca e concitata la terza frazione con i due pugili che hanno legato molto, lavorando nei soli pochi spiragli e sfruttando le disattenzioni dell’altro. Un ottimo diretto di Jones, esploso dalla media distanza ha centrato Tyson, che non ha potuto rispondere in maniera adeguata. Nel quarto round è stato Jones a partire meglio sfruttando il suo movimento, ma Tyson è bravo ad accorciare e piazzare un paio di colpi ben assestati.  Iron Mike si è acceso poi nella quinta ripresa, affondando colpi un po’ più duri e veloci. Jones li ha assorbiti ma l’ex campione dei pesi massimi ha continuato ad attaccare prendendosi però delle pause per recuperare legando.

La sesta frazione si è aperta con Tyson ancora all’attacco, che ha lavorato alla media corta distanza, accennando un movimento con il busto per poi portare una combinazione di montante al corpo e gancio al volto. Jones ha replicato cercando invece la lunga distanza lavorando con colpi dritti e legando quando Iron Mike si avvicinava troppo. Il copione si è ripetuto anche nel settimo e ottavo round, Tyson non si è arreso e ha continuato ad attaccare a testa bassa con colpi caricati, mentre Jones si è mosso molto evitando di esporsi e legando quando costretto.

Tutto sommato quello a cui abbiamo assistito è stato uno spettacolo piacevole, e vista la faccia di Tyson al suono dell’ultima campana probabilmente una formula che vorrà ripetere. Infatti Iron Mike sembrava desideroso di continuare ancora, come se non gli fosse bastata la breve esperienza sul ring.

Il WBC mette in palio una cintura tra Mike Tyson e Roy Jones Jr

Condividi su:
  • 2.6K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X