fbpx

Miguel Cotto, in prima linea per affrontare il terremoto di Puerto Rico

Miguel Cotto un tempo rappresentava Puerto Rico con la sua carriera pugilistica. L’ex campione del mondo in quattro categorie, grazie alle sue imprese sul ring è divenuto in passato il volto generazionale dell’isola, ma ancora oggi dà dimostrazione di essere un faro di speranza per gli abitanti della sua terra.

In un momento in cui Boricuas ha bisogno di più di una vittoria tra le sedici corde, l’ex pugile ha trovato difatti il modo per aiutare il suo popolo. Gran parte del Puerto Rico, e in particolare la regione meridionale dell’isola, continua a dover far fronte a ingenti danni causati da ripetuti terremoti di uno sciame sismico. La futura Hall of Famer e il suo staff della Promociones Miguel Cotto hanno così preso a cuore la situazione e sono scesi in campo in prima linea per aiutare e dare una mano a tutti coloro che sono in difficoltà.

Cotto ha preso parte ad un’iniziativa che ha coinvolto la World Boxing Organization (WBO), la Coca-Cola, una catena di supermarket delll’isola, la Supermercados Econo ed anche l’ex campione ed Hall of Fame Felix ‘Tito’ Trinidad. Una cordata umanitaria che ha fatto arrivare a Ponce un convoglio di camion della Coca-Cola pieni di cibo, bevande e forniture per i cittadini.

La città della costa meridionale è stata la più colpita: ha subito numerosi durissimi terremoti e che continuano a susseguirsi ancora e a provocare caos e danni che cambiano la vita.

“È tutto così doloroso e straziante”, ha raccontato Cotto a Boxingscene.

La peggiore serie di terremoti si è verificata martedì, registrando una magnitudo di 6.4, che ha distrutto migliaia di case e lasciato il 98% dell’isola senza energia. La corrente è stata ripristinata solo all’80% pochi giorni fa. Prima che sabato scorso un’altra scossa, di magnitudo 5.9, raggiungesse tutta l’isola nuovamente e togliesse corrente elettrica ad altre 60.000 abitazioni, constringendo le persone a rifugiarsi altrove e scappare.

I danni delle recenti catastrofi sono arrivate sulla maggior parte del Puerto Rico che solo di recente era riuscito a riprendersi dai precedenti danni subiti dall’uragano Irma e l’uragano Maria, che hanno portato la morte di quasi 3.200 persone e causato oltre 140 miliardi di dollari di danni.

Ad oggi, pochi sono stati gli aiuti sia da parte degli Stati Uniti. Per ora, i portoricani in tutta l’isola si stanno unendo per aiutarsi a vicenda in questo di estremo bisogno, specialmente al sud, dove molti hanno ancora bisogno di acqua e beni di prima necessità quotidiane.

 

Condividi su:
  • 456
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X