fbpx

Miguel Cotto chiude con una sconfitta: Sadam Ali si impone ai punti

Ieri notte, presso il Madison Square Garden di New York, Sadam Ali (26-1-0, 14 KO) si è laureato a sorpresa nuovo campione del mondo per la WBO dei pesi superwelter imponendosi ai punti sul portoricano Miguel Angel “Junito” Cotto (41-6-0, 33 KO). Cotto, all’ultimo match di una lunga e prestigiosa carriera, avrebbe voluto congedarsi dal suo pubblico con una vittoria ma non è riuscito ad imporsi sul più giovane e fresco avversario venendo dichiarato sconfitto da una giusta decisione unanime dei giudici. Questi i cartellini finali: 116 a 112 e due volte 115 a 113, tutti in favore dello sfidante.

Se c’è una caratteristica che Cotto ha sofferto fin dalla prima parte del suo fulgido percorso da pugile professionista, questa è la velocità di braccia: ironia della sorte, tale caratteristica è proprio il marchio di fabbrica di Sadam Ali, scelto presumibilmente quale “avversario di comodo” ma rivelatosi un cliente ben più ostico rispetto alle attese. La prima parte del match è stata molto bella ed equilibrata. Cotto ha assunto il ruolo dell’aggressore come nel suo prime cercando di braccare il rivale, di chiuderlo alle corde e di scaricare i propri proverbiali ganci sinistri al fegato e al volto. Ali ha reagito muovendosi con grande agilità e replicando agli attacchi del portoricano con combinazioni improvvise e fulminee che in più di una circostanza hanno scosso il campione interrompendone l’incedere.

Proprio quando Junito sembrava aver preso il sopravvento grazie alla propria maggiore esperienza e quando si era portato in vantaggio sui cartellini in seguito ad alcune riprese condotte con il piede sull’acceleratore, un brusco e repentino calo del suo workrate ha ridato fiducia e sicurezza ad Ali che ne ha approfittato prontamente, afferrando le redini del match. Dall’ottavo all’undicesimo round l’americano ha dunque assunto il comando delle operazioni fiaccando le resistenze sempre meno arcigne di un campione in visibile debito di ossigeno, costretto sulla difensiva. Soltanto al termine del confronto si è scoperto che Cotto ha subito un infortunio al bicipite durante la settima tornata, motivo per cui si è trovato costretto a diminuire improvvisamente la propria mole di colpi.

A nulla è valsa un’ultima generosissima ripresa da parte del vecchio guerriero che ha dato tutto nel tentativo disperato di riacciuffare un match ormai scivolato via. Ali è stato giustamente proclamato vincitore e portato in trionfo.

A Miguel va il ringraziamento di tutti i veri appassionati di pugilato per una carriera meravigliosa, fatta di epiche battaglie, superlativa professionalità e incontri affascinanti.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X