fbpx

Mayweather: “Aiuterò gli altri e ve lo prometto: sarò uno dei migliori allenatori del mondo”

Floyd Mayweather Jr punta a diventare “The Best Ever” anche come allenatore.

Dopo aver vinto titoli mondiali in cinque categorie di peso, essersi dapprima autoproclamato il migliore di sempre e poi aver cercato di dimostrarlo sul ring nel corso della sua carriera, guadagnandosi il riconoscimento di combattente numero uno pound for pound degli ultimi trentanni, “The money”, ispirato dal particolare momento che sta vivendo la boxe (e non solo) e dalla recente morte di suo zio Roger, sembra aver trovato una nuova strada da calcare.

Gli scorsi giorni difatti, Floyd ha pubblicato sui propri canali social, un paio di video che lo ritraggono mentre inizia a cimentarsi con l’insegnamento: in uno è alle prese con suo figlio primogenito Koraun e nell’altro con suo nipote, alle primissime armi, Chris. Ed è proprio con la pubblicazione di quest’ultima clip, che TBE allega al post un lungo messaggio contenente la sua decisione:

“Come molti di voi sanno, ho avuto allenatori incredibili che includevano mio padre e mio zio. A causa della recente scomparsa di mio zio Roger, mi sono sentito ispirato ad aiutare le persone intorno a me nello stesso modo in cui loro sono stati lì per me durante la mia carriera di pugilato.

Un momento come questo in cui dobbiamo prendere le distanze dagli altri, mi ha permesso di riflettere su come voglio fare la differenza nella vita delle persone e aiutarle a raggiungere i loro obiettivi. Un vero allenatore vuole il meglio dal proprio combattente e li spinge al meglio delle proprie capacità. Sono nuovo nell’aiutare le persone ad allenarsi perché sono sempre stato dall’altra parte dei guanti.

Un pugile potrebbe essere impressionante nel lavoro sui guanti ma questo non lo rende necessariamente un grande combattente. Un allenatore potrebbe essere impressionante con i guanti, ma ciò non renderlo un grande allenatore. È diventato un mio obiettivo: aiutare gli altri a raggiungere la migliore versione di se stessi e camminarci insieme. Voglio lasciare un’impressione su coloro che mi circondano e permettergli di vedere il loro potenziale.

Questo periodo di quarantena mi ha consentito di capire l’importanza dell’unione e dell’aiutare gli altri a crescere. Voglio fare la mia parte su questa Terra e permettere alle persone di vedere il potenziale in loro stessi in modo da poterlo condividere con il mondo. Sono nuovo come allenatore e finora ho lavorato con persone senza esperienza di boxe, quindi stiamo crescendo insieme: ma ve lo prometto, sarò uno dei migliori allenatori del mondo. Ispira e lasciati ispirare…”

 

Condividi su:
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X