fbpx

Martinez batte prima del limite il campione Edwards, ma il verdetto diventa un No Contest!

Nel folto sottoclou che vedeva Vasyl Lomachenko e Luke Campbell protagonisti alla O2 arena, Charlie Edwards, campione WBC, scampa al pericoloso Julio Cesar Martinez, durante la sua seconda difesa del titolo dei pesi mosca.

Il  determinato sfidante messicano ha sopraffatto Edwards dopo appena tre riprese, mandalo al tappeto a seguito di una serie di colpi terminata con delle bordate al corpo devastanti. Tuttavia, mentre il pugile inglese era al tappeto, piegato in ginocchio, il pugile messicano ha colpito con un ulteriore montante al fegato del campione, prima che l’arbitro potesse iniziare il conteggio. Inizialmente è stato decretato vincitore visto che Edwards non si è rialzato, ma la commissione del WBC, rivedendo il filmato e notando il colpo improprio del messicano ha cambiato il verdetto in No Contest.

La sentenza ha permesso a Edwards di conservare il titolo WBC dei pesi mosca. Prima che il risultato fosse cambiato, il 26enne Edwards (15-1, 6 KO, 1 NC) non è riuscito ad alzarsi, prima che l’arbitro Mark Lyson finisse il conteggio, dopo un minuto e quarantatré secondi dalla fine della terza ripresa. Vani i festeggiamenti del 24enne Martinez (14-1, 11 KO, 1 NC), che è saltato tra le braccia del suo allenatore realmente incredulo. Una pioggia di fischi da parte dei fan di Edwards, quando si sono accordi del colpo improprio del messicano quando hanno trasmesso il replay.

Il presidente della WBC, Mauricio Sulaiman, ha dichiarato dopo la sfida che la WBC ordinerà una rivincita immediata.

Edwards ha gestito la prima ripresa, con un ottimo utilizzo del sinistro. Un favorevole allungo ha permesso al campione di gestire i primi tre minuti della contesa, mentre il messicano cercava di trovare la giusta distanza, restando fuori dalla portata dell’allungo del campione.

Martinez, nel secondo round, è apparso più arrembante, accorciando bene la distanza, portando combinazioni da più di tre colpi. Dominando i primi due minuti della frazione, spianando la strada per una soluzione prima del limite.

Soluzione arrivata alla terza ripresa, quando il campione accusa un colpo al corpo e inzia a barcollare. Vano il tentativo dell’inglese di chiudersi a riccio, che nonostante tenesse la difesa serratissima, è stato subissato di colpi fino a piegarsi sulle sue ginocchia. Sfortunato il messicano, che non si è accorto, che il campione era già a terra e ha colpito il pugile già arreso. Scorrettezza, che ha privato il pugile inglese della possibilità di rialzarsi, chiudendo il match prematuramente.

 

Condividi su:
  • 48
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X