fbpx

Makabu: “Canelo sta commettendo un grosso errore. Lo metterò KO al 100%!”

Chi segue il pugilato internazionale con costanza conosce bene la pericolosità di Ilunga Makabu, peso cruiser dalle mani pesantissime scelto come avversario per l’esordio di Saul “Canelo” Alvarez nella categoria delle 200 libbre. Non essendo però quello del congolese un nome mediaticamente gettonato, sono in tanti ad aver reagito alla notizia con scetticismo, affibbiando già al campione del mondo della WBC il ruolo di vittima sacrificale. Altri si sono lanciati in veri e propri processi alle intenzioni, pronosticando catchweight o clausole di reidratazione che potrebbero favorire il messicano. Ora però ci ha pensato lo stesso Makabu a sgombrare il tavolo da queste ipotesi fantasiose e a dirsi convinto delle sue chance di emergere vincitore.

Ecco dunque le dichiarazioni del picchiatore africano:

“Sì, accetto la sfida. Quando ho ricevuto questa notizia dal mio manager e dal Presidente [della WBC] ho detto: ‘Wow, questa è una gran cosa.’ Canelo al momento è il miglior pugile del pianeta. Quindi dal momento che voglio affrontare i migliori, io accetto, ma non ci sarà un catch-weight per questo match. Credo che Canelo stia commettendo un grosso errore, di cui si pentirà, perché io scenderò dal ring con la cintura. Canelo vuole dimostrare alla gente di poter fare più di tutti gli altri e io sono pronto a lasciare che cerchi di realizzare il suo sogno, ma anche io ho la mia storia da scrivere. Sì, il pugilato è così: ho perso con Tony Bellew ma sono tornato. Ora vi dico questo… al 100% metterò KO Canelo!”

Nessun peso intermedio dunque: i due pugili si affronteranno al limite delle 200 libbre come si conviene ad un titolo mondiale della categoria dei cruiser. Quanto alle ipotetiche clausole di reidratazione che qualcuno ha tirato in ballo ricordando i precedenti occorsi nei match con Daniel Jacobs (che però non la rispettò) e Sergey Kovalev, giova ricordare che in questa circostanza non avrebbero praticamente alcun effetto su Makabu. Il congolese non è infatti uno di quei pugili che tagliano il peso in modo estremo per presentarsi molto più pesanti sul ring rispetto al giorno prima: è un cruiser “giusto”, che rientra comodamente nei limiti e che non ha quindi bisogno di reidratare in modo massiccio dopo essere sceso dalla bilancia.

Del resto lo stesso Canelo prima del suo match con il supermedio inglese Callum Smith ci ha tenuto a sottolineare di non aver mai preteso clausole particolari per i suoi avversari, lasciando intendere che fosse la Golden Boy Promotion, che lo gestiva in passato, ad operare nei suoi confronti un trattamento protettivo non richiesto. Ora che le eventuali scorciatoie sono state escluse, non resta che aspettare la prossima primavera per scoprire se il fuoriclasse messicano sarà in grado di compiere l’ennesima impresa, dimostrandosi in grado di disinnescare anche un campione di sigla delle 200 libbre dopo aver già colto allori nei superwelter, nei medi, nei supermedi e nei mediomassimi. Di certo Ilunga Makabu farà tutto ciò che è in suo potere per provare a impedirglielo.

Reynoso: “Canelo-Makabu? Molti potrebbero pensare che è una follia!”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X