fbpx

Luis Ortiz: “Se non ho Joshua o Wilder, allora portatemi Fury!”

Condividi su:
  • 79
  •  
  •  
  •  

Sabato scorso, al Barclays Center di Brooklyn (New York), Luis Ortiz (31-1, 26KO) ha battuto ai punti (e con decisione unanime), il tedesco Christian Hammer (24-6, 14KO). Per il cubano si è trattata della terza vittoria consecutiva dopo l’unica sconfitta rimediata in carriera contro lo statunitense Deontay Wilder (40-0-1, 39KO).

Da tempo Ortiz ha nel mirino “The Bronze Bomber” per una rivincita. Il primo match fu entusiasmante e molto combattuto, tanto che in più di un’occasione Wilder ha mostrato segnali di difficoltà e dato l’impressione di andare al tappeto da un momento all’altro. Ma Wilder non è l’unico obiettivo del pugile originario di Camaguey: oltre al campione WBC, infatti, c’è il campione WBA, WBO, IBO e IBF, Anthony Joshua (22-0, 21KO).

Tuttavia, dato che il britannico ha annunciato per il mese di giugno un incontro con Jarrell Miller e, vista l’ormai probabile sfida tra Wilder e lo sfidante obbligatorio, Dominic Brezeale, il cubano ha chiesto a gran voce un match contro Tyson Fury (27-0-1, 19KO).

Ecco le parole di Ortiz a Boxingscene.com: “So che i miei fan adorano vedermi annientare i miei avversari, ma questo non è un videogioco, è tutto vero. Devi allacciare i guanti, legare gli stivali e scambiare colpi duri. Non giochi a far la boxe. Dopo aver combattuto contro Hammer mi sento pronto, ora più che mai, per una rivincita contro Wilder.

Se non mi date Wilder, allora fatemi incontrare Joshua, visto che ha dichiarato pubblicamente di volermi sfidare. Qualora anche quest’ultimo dovesse rispondere negativamente alla mia chiamata, allora a quel punto portatemi Fury! Organizziamo dei veri incontri in questo 2019. Diamo ai fan ciò che vogliono“.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X