Luca Rigoldi è Campione Europeo! Jeremy Parodi dominato in casa sua!

Condividi su:
  • 291
  •  
  •  
  •  

Il nostro connazionale Luca Rigoldi (19-1-1, 8 KO) ha compiuto una mirabile impresa pugilistica andando ad imporsi presso l’Espace 3000 di Hyeres, in Francia, sull’idolo locale Jeremy Parodi (42-5-1, 10 KO) e facendo suo in questo modo il Titolo Europeo dei pesi supergallo, precedentemente vacante. La vittoria è giunta ai punti per decisione unanime della giuria con i seguenti cartellini: 119 a 109, 117 a 111 e 116 a 113.

Rigoldi ha imposto ritmi altissimi sin dal primo suono del gong fiondandosi a centro ring e bersagliando di colpi il rivale al volto e al corpo, senza soluzione di continuità. La straripante azione offensiva del nostro pugile ha certamente spiazzato Parodi che difatti ha alternato varie tattiche nell’arco della prima fase del combattimento nel tentativo di porre un argine alla furia dell’italiano: prima accorto e chiuso, poi combattivo dalla corta, poi mobile lungo le corde, ma nessun atteggiamento gli ha sorriso particolarmente e le prime cinque riprese sono corse via nel segno del dominio da parte di Luca.

Soltanto nel sesto round, quando Rigoldi ha subito una piccola flessione dovuta al sopraggiungere di un po’ di stanchezza, il padrone di casa è riuscito ad emergere dal suo guscio e a mettere a segno alcuni colpi degni di nota, subito sottolineati dai boati del pubblico. Pur non lavorando con la necessaria continuità nell’arco dei tre minuti, in questa fase centrale, durata un paio di round, Parodi è riuscito dunque a catturare il centro della scena, soprattutto nelle fasi iniziali e finali delle riprese, quelle più determinanti per la percezione dei giudici. L’esperto maestro Gino Freo ha però subito fiutato il pericolo di un capovolgimento delle sorti della sfida e ha spronato il proprio pugile con la giusta severità al fine di rimetterlo in carreggiata.

Rigoldi ha quindi ripreso il controllo comandando l’ottavo round e giocandosi il nono sul filo di lana col francese, giungendo alle tre riprese finali con un chiaro vantaggio sul cartellino di qualsiasi giudice competente e onesto. La fase finale del match ha rappresentato la chiusura del capolavoro sportivo compiuto dall’atleta italiano. Una decima ripresa infuocata, un’undicesima tattica e portata a casa col sapiente uso del jab e una dodicesima all’arma bianca fatta di scambi furibondi: tutte e tre le tornate hanno visto Luca fare qualcosa di più rispetto al suo avversario consacrandosi così meritatamente nuovo Campione d’Europa.

Al termine del match è parso piuttosto singolare il comportamento di Jeremy Parodi che dapprima ha alzato le braccia al cielo in segno di trionfo e in seguito alla proclamazione del verdetto ha assunto un’espressione stupita e contrariata come se fosse vittima di un furto. In realtà la vittoria di Rigoldi è stata quantomai netta e indiscutibile, legittimata round dopo round sotto tutti i punti di vista, dai colpi a segno, alla padronanza del ring, alla maggiore aggressività e ricerca dello scambio.

Vincere in trasferta non è mai mai facile; farlo con un titolo di questa importanza in palio e contro un pugile nettamente più esperto è davvero encomiabile. Luca Rigoldi merita dunque l’applauso di tutti gli appassionati italiani per la determinazione con cui ha portato nei nostri confini la prestigiosa cintura EBU.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X