fbpx

Lopez-Kambosos: Triller fuori, l’organizzazione alla Matchroom. Hearn: “Presto su DAZN”

“Sono lieto di confermare che la Matchroom Boxing promuoverà la grande sfida per il campionato unificato tra Teofimo Lopez e George Kambosos in diretta su DAZN”, ha annunciato ieri Eddie Hearn.

Dopo gli infiniti rinvii, soprattutto a causa della cattiva gestione degli affari da parte di Triller, finalmente il match tra il campione dei pesi leggeri e il suo sfidante IBF ufficiale potrà vedere la luce. La compagnia americana, che lo scorso marzo aveva vinto i diritti per la realizzazione dell’incontro tra Lopez e Kambosos mettendo sul piatto oltre sei milioni di dollari scalzando la concorrenza, è stata costretta a fare un passo indietro. L’IBF infatti ha ritenuto, a questo punto, la nota piattaforma inadempiente e ceduto i diritti alla seconda società in lizza: la Matchroom Boxing che questa primavera aveva offerto la seconda cifra più alta dopo Triller (circa tre milioni e mezzo di dollari).

“Naturalmente procederemo con l’organizzazione del combattimento e siamo molto entusiasti di poterlo aggiungere a un ricco programma autunnale su DAZN. La data e il luogo saranno annunciati a breve. Stiamo lavorando con DAZN e una serie di sedi al momento; la conferma della data dell’incontro l’avremo la prossima settimana. Diamo il via a questo spettacolo!”, ha aggiunto Hearn durante le sue interviste per i media.

Ricordiamo che tale sfida negli ultimi mesi ha subito innumerevoli cambi di programma fino a ridursi poi addirittura a “data da destinarsi” agli inizi di ottobre; inizialmente l’incontro si sarebbe dovuto tenere il 5 giugno, ma i gestori di Triller all’ultimo minuto hanno deciso di posticiparlo al 19 giugno per evitare, a loro dire, il rischio di un eventuale eclissamento a livello promozionale provocato dalla vicinanza dell’evento Floyd Mayweather-Logan Paul. Tre giorni prima dell’incontro Teofimo Lopez risulta positivo al COVID-19 e la piattaforma streaming annuncia il posticipo al 14 agosto, una data poi mai più confermata.

In seguito si vocifera dell’11 settembre, ma il tempo passa, la data si avvicina e nessuno continua a conoscere ancora le sorti dell’incontro, nemmeno i protagonisti stessi. Così Triller, dopo le sollecitazioni da parte dei pugili e degli adetti ai lavori, dichiara di voler spostare tutto ad ottobre, il 17, e di voler far volare l’evento in Australia. Lopez si ribella, non vuole attendere così tanto, nè andare in territorio nemico e sottoporsi alla quarantena, così intenta un’azione legale e con l’intervento dell’IBF si giunge alla data del 5 prima e del 4 poi di ottobre. Avvicinatosi a tale data però Triller decide, ancora una volta in extremis, di cancellare l’evento al Madison Square Garden di New York e tenta di spostare l’evento al 16 ottobre al Barclays Center di Brooklyn, con la motivazione di evitare la competizione questa volta con il “Monday Night Football”. A non accettare questa volta è Kambosos. Insomma è necessario un altro intervento legale e un nuovo ordine dalla IBF: Triller deve farsi da parte e lasciare spazio a Matchroom (sicuramente più competente nel campo!). La soap opera sembra così essere finita.

Lopez: “Non ha senso affrontare ancora Lomachenko. Quello che è successo ha le sue ragioni!”

 

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X