fbpx

Lomachenko torna a vincere, chiude il match con Nakatani alla nona ripresa

Vasyl Lomachenko torna sul ring e a vincere. Prestazione straordinaria dell’ex campione ucraino che prosciuga le energie del malcapitato Nakatani fino a condurlo ad un TKO alla nona ripresa.

Al Vergin Hotel di Las Vegas, Lomachenko ha risposto a critiche e maldicenze, che lo dipingevano come sul viale del tramonto o in procinto di ritararsi. L’ex campione risponde alle critiche annichilendo il suo avversario round dopo round, preparando definitivamente la strada al diretto sinistro che ha chiuso l’incontro.

L’unica criticità del match è stata rappresentata da un taglio subito da Lomachenko. La ferita si è aperta durante uno scontro tra teste nel corso della prima ripresa. Ferita affrontata e risolta grazie al lavoro del cutman Russ Anber, che è riuscito ad eliminare il problema nel corso del match.  L’ucraino ai microfoni di Bernando Osuna, inviato ESPN ha ringraziato l’operato del membro del suo staff: “Voglio ringraziare il mio cutman Russ Anber. È un professionista. Mi ha aiutato a vincere questa battaglia.”

Nakatani si è presentato a questa sfida provando ad imporre la sua maggiore fisicità, ben 12 cm di vantaggio di altezza e 14 cm di allungo superiore per il giapponese. Fisicità e allungo che sono rimasti sopiti, persi nel confronto con la reattività sempre spumeggiante di Lomachenko, che grazie alla sua guardia sinistra ha dominato ritmo e distanze.

Nelle prime riprese, Lomachenko riesce ad evitare con estrema facilità il diretto sinistro del suo avversario, neutralizzando l’allungo e rispondendo con il suo ottimo lavoro col Jab. Lavoro che sfocia nel primo atterramento del match al quinto round, quando uno scambio alla corta distanza manda il tappeto il giapponese a pochi secondi dalla chiusura della frazione.

Nel corso della sesta e settima ripresa alterna fasi di stasi dove però lavora con pochi colpi e schiva con attenzione il diretto sinistro del suo avversario e poi colpisce duramente con combinazioni molto caricate alla corta distanza. Nell‘ottavo round aumenta il ritmo combinazioni di quattro o cinque colpi al corpo e un potente diretto sinistro al volto che scuote sempre il nipponico.

L’arbitro chiude il match alla nona ripresa vedendo Nakatani in chiara difficoltà che dopo una serie di colpi si accascia tra le braccia dell’arbitro che lo ferma in maniera cautelativa. Un ottima prova di Lomachenko che ha dimostrato ancora una volta di essere lui l’uomo da battere.

Al termine del match non è tardato il messaggio rivolto all’attuale campione WBA, WBO e IBF dei pesi leggeri Teofimo Lopez, colui che il 17 ottobre 2020 aveva strappato i titoli di categoria al campione ucraino. Al termine del match a Sky Sport Lomachenko ha dichiarato:”Tutti mi hanno visto, tutti hanno visto come ho vinto e tutti stanno aspettando la rivincita, quindi facciamo una rivincita. Ha un incontro programmato nei prossimi mesi con Kambosos, ma dopo, che dici di affrontarci dopo? Dicembre, Gennaio, Febbraio. Sto aspettando.”

Tuttavia prima di vedere il match tra l’ucraino e l’attuale campione dei pesi leggeri dovremo aspettare la sfida con Kambosos che avverrà il prossimo settembre, visto che Lopez è stato trovato positivo al Covid. E poi inizierà la lunga contrattazione tra i due manager, che sin dal primo incontro hanno fatto molto fatica ha trovare un accordo, con Lopez che è sempre stato refrattario ad una rivincita

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X