fbpx
Linares batte Campbell e conserva il titolo

Linares batte Campbell e conserva il titolo

Ieri, sul ring del Forum di Inglewood, in California, il campione mondiale dei pesi leggeri per la sigla WBA, Jorge “El Nino de Oro” Linares (43-3, 27ko), ha conservato la cintura battendo per split decision Luke Campbell (17-2, 14ko).

Non è stato un incontro semplice per il venezuelano residente a Tokyo, anche se il match non è mai stato messo in discussione. Di fronte all’oro olimpico di Londra 2012, Linares ha mantenuto un atteggiamento prudente, affidandosi quasi esclusivamente sul suo saettante diretto destro: è stato proprio questo colpo, infatti, a mandare al tappeto lo sfidante britannico nel corso della seconda ripresa, centrato in pieno volto, facendo in questo modo pendere il match dalla sua parte.

Dopo la terza ripresa, Campbell ha provato a dare maggiore continuità al jab destro, senza tuttavia riuscire mai ad impensierire il campione, che ha dimostrato anche di possedere una maggiore velocità di braccia. Un approccio piuttosto timido quello di Campbell, che non gli ha permesso di strappare il titolo al Nino de Oro, che ha gestito il combattimento a suo piacimento, pur non brillando. Linares si è fatto preferire anche in occasione di scambi a viso aperto, parando con i guantoni le azioni di rimessa di Campbell. Dopo una fase centrale di match piuttosto piatta per Linares, dove Campbell era riuscito a conquistare qualche round, il venezuelano è tornato alla carica nel finale, portando a casa il match.

Al termine delle dodici riprese, i giudici hanno decretato la vittoria a Linares per split: due giudici hanno dato la vittoria al venezuelano con i punteggi di 114-113 e 115-112, mentre un altro ha avuto il coraggio di assegnarla al pugile britannico per 115-112. Un cartellino scellerato a parer di chi vi scrive, che aveva avanti il venezuelano per 115-112.

Al termine del match, Linares ha fatto sapere di voler sfidare Mickey Garcia, anche se prima di quel combattimento potrebbe esserci un rematch con Campbell, magari nel Regno Unito.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X