Le ambizioni di Joe Joyce

Condividi su:
  • 33
  •  
  •  
  •  

Uno dei contender attualmente più interessanti nei pesi massimi, Joe Joyce (6-0, 6 ko) ha grandi progetti in mente per il 2019, in base a quanto detto dal suo manager Sam Jones, “Juggernaut” avrebbe intenzione di sfidare Luis Ortiz, Dominic Breazeale e Adam Kownacki e se riuscirà ad affrontarli e sconfiggerli tutti e tre, nel 2020 sarà posizionato per una sfida al titolo mondiale.

Mettere Joyce di fronte a Luis Ortiz appare una scelta assolutamente folle almeno per il momento, ma è chiaro che una eventuale vittoria sul pugile cubano rappresenterebbe un importante trampolino di lancio per il 33enne londinese mentre una sconfitta lo riporterebbe bruscamente nei bassifondi dei rankings.

Joe Joyce, medaglia d’argento ai Giochi Olimpici di Rio, affronterà l’1 dicembre l’americano Joe Hanks (23-2, 15 ko) in un match sulle 10 riprese come sottoclou della sfida tra Tyson Fury e Deontay Wilder, e qualora dovesse superare questo test nel 2019 lui e il suo management andranno dritti verso sfide ben più impegnative.

Una match con Breazeale appare improbabile, in quanto Breazeale è sfidante ufficiale di Deontay Wilder ed è praticamente da escludere un suo interesse nell’affrontare Joe Joyce, mentre una sfida con “King Kong” sembrerebbe più appetibile, a patto che i manager di Ortiz siano interessati a finalizzare questo match.

Per quanto riguarda Adam Kownacki, il dubbio è se il polacco, così vicino ad un sfida mondiale, sarà interessato a concedere un’opportunità ad un pugile potente e pericoloso come Joyce, che per il momento farebbe bene a concentrarsi sulla sua sfida del primo dicembre, una sfida che non può permettersi di perdere.

Per il futuro poi si vedrà…

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X