fbpx

La conferenza stampa al MSG finisce male tra Joshua e Miller

Condividi su:
  • 366
  •  
  •  
  •  

L’invito da parte di Eddie Hearn a mantener la calma durante la conferenza stampa di ieri al Madison Square Garden di New York per la presentazione della sfida del 1° giugno non ha funzionato tra Anthony Joshua e Jarrell Miller.

Nella “arena più famosa al mondo”, dove dopo ben 50 anni torneranno a scontrarsi per il titolo mondiale due pesi massimi imbattuti, a mantenere il loro comportamento nella maniera più opportuna possibile e a figurare nel migliore dei modi proprio non ce l’hanno fatta.

Miller è stato il primo ad essere presentato, dal momento che gioca in casa, subito dopo lo ha raggiunto con le sue mani dietro la schiena, Joshua. E ad un certo punto però, mentre si trovavano vicini l’uno all’altro sul palco, Big Baby ha colto di sorpresa il britannico e tutto il pubblico spingendo con  molta forza il campione e facendolo indietreggiare di parecchi metri.

A scatenare il tutto il trash-talking che già dai microfoni è scoppiato tra i due:

“Non voleva prima questa sfida”, ha insistito Miller prima di salire “Voleva affrontare Whyte. Questo è il fatto. Il suo c*** non voleva pagare!”

“Jarrell Miller è uno str****, ha invece dichiarato Joshua, “Lo butterò via. È un ex kickboxer, un tossicodipendente, prende a pugni come una fatina. È il puncher più molle della divisione dei pesi massimi!”

“Tua madre pensa che io abbia colpito duramente,” ha ribattuto Miller.
E Joshua: “Dov’è tua mamma? Se è là fuori, la pagherò ora. Sono il padrone di casa”.

“Dici che non vengo laggiù e schiaffeggiarti adesso?”,  gli ha risposto l’americano, “Sei un gangster, credete che non lo darò uno schiaffo alla m**** in questo momento?”
Chiudi quella c****” di bocca”, ha tagliato corto Joshua.

“Rispondi allora! Non lo farai, sai perché? Perché sei una micetta. Segnati le mie parole, Eddie non può impedirmi di farlo se vengo da quell’altro lato del tavolo!”, ha continuato Miller.

Ed infatti poi sul palco… questo quello che è accaduto.


Sarà l’unico colpo sferrato da Miller ad andare a segno? Il ring ci dirà quanto le parole stiano a zero oppure no.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X