fbpx

La campionessa Europea Silvia Bortot torna sul ring a Scanzorosciate

Silvia Bortot sul ring di Scanzorosciate (BG) sabato 25 maggio per un match di rientro: “Sono molto carica, è da mesi che mi sto preparando senza pausa”
Non vede l’ora di sentire il primo rintocco della campana. Pochi mesi fa riusciva nell’impresa di sconfiggere la francese Marie Helene Méron in un match che si è disputato in terra transalpina: sul quadrato di Compiègne, a nord della Francia, l’11 gennaio 2019 scorso Silvia Bortot alzava al cielo la cintura Ebu dei pesi Superleggeri. Sabato 25 maggio l’atleta veneta incrocerà di nuovo i guantoni: sulla distanza delle otto riprese affronterà Mariam Tatunashvili (3, 11, 2, 3 KO) sul ring di Scanzorosciate, a una manciata di chilometri da Bergamo.
Nonostante si tratti di un match di rientro, la campionessa europea sta preparando la sfida mettendoci la stessa concentrazione e determinazione con cui affronterebbe il più importante degli eventi agonistici:”Tornare sul ring dopo aver vinto un titolo Ebu richiede molta attenzione e preparazione allo stesso tempo, perché ora c’è una cintura da onorare. Fisicamente mi sento molto bene; è da mesi che mi sto preparando senza nessuna pausa, quindi posso ritenermi molto soddisfatta e molto carica per risalire su quel quadrato”.
 
Mariam Tatunashvili, classe ’98, arriva dalla Georgia; l’avversaria di Silvia Bortot è in realtà una sua “vecchia” conoscenza:<<L’avevo già affrontata nel 2015 in una disciplina diversa dal pugilato: c’era in palio la cintura europea di K1. Vinsi ai punti, dopo averla messa al tappeto nel secondo round. È più giovane di me, ma decisamente coriacea: ricordo che avanzava sempre in carica. Perciò sarà indubbiamente un match frizzante e pieno di energie, visto che da parte sua c’è il dente avvelenato. Sicuramente non mi troverà impreparata, anzi a dire il vero vorrei chiudere il match prima dell’ottavo round!”.
 
Gli sforzi pagano; non è certamente un caso se Silvia “Sbim Boom” vive un momento positivoCon il coach Luca Tescaroli stiamo lavorando molto bene sulla potenza e l’esplosività dei colpi. Mi sta costruendo una boxe addosso che mi è sempre stata appartenuta ma mai sviluppata: infatti i risultati parlano da soli! I sacrifici e le fatiche quotidiane da parte di entrambi sono molti, non lo nascondo, ma la strada è quella giusta. Luca è maniacale nelle preparazioni, con lui si studia ogni minuto d’allenamento; non potevo trovare un preparatore migliore, sia in ambito atletico che pugilistico”.
Al suo ottavo incontro nei pro, conta 6 vittorie (di cui 2 vinti per KO) e 1 pari; mente e corpo sono per la sfida di sabato prossimo, ma è innegabile che Silvia Bortot stia già pensando alla difesa della cintura europea.
La riunione pugilistica del 25 maggio è organizzata dalla Royal Boxing Team guidata da Massimo Brognara, in collaborazione con Boxe Caloi e Accademia 360; vedrà inoltre, Elena Ghezzi (Leggeri) impegnata nel suo quarto incontro e l’esordio nei pro diFrancesco Schiattone (Superleggeri). Il programma della serata al Palasport in via Ambrosoli 1 inizierà alle 19.30, con sei match dei dilettanti.
Condividi su:
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X