fbpx

Krassyuk: “In estate saranno dodici mesi: Joshua è obbligato a sfidare Usyk!”

Alex Krassyuk, promoter di Oleksandr Usyk (17-0, 13KO), insiste sul fatto che il campione WBA, WBO e IBF dei massimi, Anthony Joshua (23-1, 21KO) dovrà affrontare il suo assistito prima di una riunificazione con il campione WBC, Tyson Fury (30-0-1, 21KO). Krassyuk sottolinea il fatto che l’ucraino è stato nominato sfidante obbligatorio per la sigla WBO e come questi non veda l’ora di combattere. Il piano dell’ex dominatore della categoria dei cruiser infatti, prevede un incontro con AJ e, successivamente, con Tyson Fury, che lo scorso 22 febbraio ha conquistato il titolo WBC superando Deontay “The Bronze Bomber” Wilder (42-1-1, 41KO) in sette riprese.

Usyk è fiducioso di superare l’ostacolo rappresentato dal classe 1989 britannico quando arriverà il momento di confrontarsi sul ring. Prima di allora, però, la medaglia d’oro alle Olimpiadi del 2012 affronterà Dereck Chisora (32-9, 23KO), una volta che il mondo della boxe si sarà ripreso dalla pandemia da Covid-19.

Usyk è diventanto sfidante obbligatorio dopo la sua rinuncia al titolo di Super campione dei cruiser – ha dichiarato Krassyuk – quindi è già passato un po’ di tempo e in estate saranno dodici mesi. Vuole essere il campione: è un pugile spettacolare, un ex campione olimpico nonché l’ex campione indiscusso dei cruiser. Ha un solido background ed è dotato di una potenza tale da rivendicare il diritto di affontare questo tipo di match. Molto probabilmente spingeremo a un incontro tra AJ e Usyk per poi lanciare la sfida a Fury per la riunificazione. Come ha detto una volta Vitali Klitschko ‘non esiste il miglior combattente al mondo. Esiste solo quello che arriva preparato meglio all’incontro’, e questo è“.

Ancora incertezza, invece, riguardo la data e il luogo del prossimo match. Passata la pandemia forse ne sapremo di più: “Sarà da qualche parte a metà o alla fine di luglio. Qualora dovesse battere Chisora e confermare la sua posizione da sfidante obbligatorio, allora il match con AJ deve concretizzarsi. Se quest’ultimo non dovesse accettare, allora dovrebbe rinunciare alla sua cintura. Non possiamo prevedere quando combatteranno, se a fine anno o al prossimo, perché non possiamo prevedere la fine della pandemia. Le persone dicono che potrebbero combattere in autunno. L’unica cosa che posso dire, e che se l’incontro si disputerà nel 2021 avranno entrambi un anno in più. L’unico vantaggio per i pugili e che hanno un po’ di tempo da dedicare al recupero. Normalmente combattono due o tre volte l’anno”.

Infine, secondo Krassyuk, il match con Chisora potrebbe essere molto simile all’incontro con Tony Bellew: “Dodici mesi sono un periodo breve per recuperare da un infortunio e prepararsi a un match e i pugili hanno decisamente bisogno di tempo per ristabilirsi. Ma l’attuale calendario difficile, che rappresenta un caso assai raro, ci permette di farlo. Ora i pugili hanno del tempo per recuperare fisicamente e per trascorrere del tempo con le loro famiglie. Quindi credo che la cosa possa giovare ad ogni pugile. Usyk si sta allenando duramente perché nella sua testa la prossima data è a luglio. Se facciamo affidamento sull’esperienza avuta contro Tony Bellew, possiamo affermare che il match con Chisora può essere qualcosa di simile“.

 

Condividi su:
  • 203
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X