fbpx

Korobov vs Eubank Jr: “Spero che questa volta non ci siano errori nel verdetto!”

Matvey Korobov ha chiuso la conferenza stampa che lo avvicina al match di sabato contro Chris Eubank Jr, valevole per il titolo WBC “ad interim” dei pesi medi, con un attacco mirato ai giudici statunitensi: “Spero che questa volta non ci siano errori nel verdetto”, sono state le parole del pugile russo. Una frase che racchiude tutto il suo malcontento dopo la dubbiosa sconfitta subita lo scorso 22 dicembre al Barclays Center di Brooklyn contro Jermall Charlo. Un match assagnato alla fine delle 12 riprese per decisione unanime al texano, ma che invece ha visto sul ring, l’attuale campione WBC dei pesi medi, faticare moltissimo e offrire invece da parte di Korobov un’ottima prestazione.

Tuttavia il suo attula sfidante, non ha potuto che controbbattere alle dichiarazioni del 36enne di Orotukan. Infatti il figlio d’arte britannico ha dichiarato: “Matt sta parlando di verdetto giusto. Arriverà la decisione giusta: sarà fermato prima della dodicesima campana! E io continuerò a combattere per i titoli. Sono qui per occuparmi della divisione dei pesi medi, e di chiunque abbia una cintura. Sto arrivando. WBC, WBA, IBF e WBO. Voglio tutti i grandi nomi. Ho 30 anni adesso. Mi restano ancora tre o quattro anni per combattere contro i pugili al vertice del pugilato mondiale. Quindi voglio puntare a tutte le cinture in questo momento. La sfida con Matt Korobov sarà una grande battaglia introduttiva per me negli Stati Uniti e dopo la stagione sarà aperta per tuto il resto”.

Chris Eubank Jr difatti combatterà per la prima volta in America e lo farà da peso medio dopo tre anni e mezzo dall’ultimo suo incontro a questo peso. Gli ultimi suoi match sono avvenuti a 168 libbre. Nonostante tutti i suoi grandi obiettivi, l’inglese è consapevole che sabato sul ring newyorkese non andrà incontro a una passeggiata:

“È duro”, ha dichiarato BoxingScene.com. “È intelligente ed esperto, è un veterano del ring. Quindi non lo sto sottovalutando. Potrebbe pensarlo, ma non è così. So che ha molti assi nella manica, ed è un mancino. Mi sono allenato diligentemente per quest’avversario, ho svolto molte sedute di guanti con  sparring partner mancini, l’ho studiato e lo spedirò al tappeto. Questa è la mia intenzione. Il mio obiettivo principale è andare là fuori e fermare quest’uomo, fare ciò che Charlo non è riuscito a fare”.

Condividi su:
  • 39
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X