fbpx

KO dell’anno per Dorticos, vittoria “folle” per Briedis!

Si è conclusa una serata a dir poco movimentata presso l’Arena di Riga in Lettonia. Le due semifinali del torneo WBSS dei pesi cruiser hanno infatti regalato spettacolo e colpi di scena, alcuni dei quali davvero bizzarri. Il cubano Yuniel “KO Doctor” Dorticos (24-1-0, 22 KO) ha tenuto fede al suo soprannome mettendo a nanna con un destro terrificante l’americano Andrew “The Beast” Tabiti (17-1-0, 13 KO) alla decima ripresa. L’idolo di casa Mairis Briedis (26-1-0, 19 KO) si è invece imposto per KO al terzo round sul polacco Krzysztof Glowacki (31-2-0, 19 KO) in un match semplicemente folle in cui è successo di tutto.

Yuniel Dorticos vs Andrew Tabiti

Il primo dei due mondiali della serata, valevole per la cintura IBF dei cruiser, ha mantenuto un canovaccio quasi costante lungo l’intera durata del combattimento. Dorticos ha guadagnato il centro del ring sin dalle prime battute e ha iniziato ad applicare una pressione man mano sempre più incisiva su un Tabiti focalizzato principalmente sulla fase difensiva. L’americano è riuscito a mantenere il match sui binari dell’equilibrio nell’arco delle prime riprese, complice una partenza insolitamente guardinga del suo avversario, ma col passare dei round ha fatto sempre maggior fatica a reggere la pressione venendo nettamente sovrastato in termini di workrate.

L’atteggiamento ostruzionistico di Tabiti ha spesso oltrepassato i limiti del regolamento, tanto che nel sesto round l’arbitro Eddie Claudio gli ha comminato un punto di penalità per via del ricorso sistematico al clinch. Nella stessa ripresa Dorticos ha subito una brutta ferita in prossimità dell’occhio destro a causa di una testata accidentale ma ha continuato ad avanzare a spron battuto alla ricerca del colpo pesante. L’azione del cubano è stata a tratti imprecisa e caotica, ma a sua parziale discolpa occorre dire che l’atteggiamento tattico di Tabiti, che al netto di sporadiche sfuriate ha badato per nove round quasi esclusivamente a limitare i danni, non ha certamente agevolato lo spettacolo.

Quando l’americano, consapevole del chiaro svantaggio sui cartellini, si è finalmente fermato più a lungo a scambiare, puntuale come un orologio è arrivato il KO: i due pugili hanno azionato simultaneamente il destro ma quello di Dorticos si è stampato in pieno sul mento del rivale, facendolo crollare al tappeto semi-svenuto. Stop arbitrale immediato e conclusione destinata a candidarsi con prepotenza al premio di KO dell’anno.

Mairis Briedis vs Krzysztof Glowacki

Il main event della riunione, valido per il Titolo WBO, ha offerto pur nella sua brevità un susseguirsi di colpi di scena degno di una sceneggiatura hollywoodiana. Dopo un primo round piuttosto povero di emozioni, contraddistinto da pochi colpi al corpo di Glowacki e da prolungate fasi di studio, nella seconda ripresa è iniziato lo show.

Durante una fase di clinch il polacco ha colpitto scorrettamente Briedis con un forte colpo alla nuca ricevendo in risposta una gomitata volontaria in piena mandibola e stramazzando al suolo. L’arbitro, l’anziano Robert Byrd, ha incitato Glowacki a rialzarsi rapidamente, come se stesse simulando, ma i successivi replay hanno evidenziato che l’impatto era stato effettivamente violento. Briedis è stato penalizzato ufficialmente e il match è ripreso subito, probabilmente troppo in fretta rispetto al tempo necessario per un pieno recupero del pugile atterrato. Un Glowacki non ancora perfettamente lucido si è dunque avventato sul rivale con l’intenzione di fargliela pagare ma così facendo si è fatto sorprendere da un colpo d’incontro venendo nuovamente atterrato, questa volta in modo del tutto regolare.

Al termine del conteggio arbitrale è avvenuto un nuovo disastro: la campana ha segnalato la fine della seconda ripresa ma l’arbitro Byrd, forse ingannato dal frastuono della folla, non se n’è minimamente accorto, lasciando che i pugili continuassero a scambiare indisturbati. Lo scampanellio è andato avanti all’impazzata per circa nove secondi, al termine dei quali, proprio mentre il direttore di gara finalmente si accorgeva del proprio gravissimo errore, una nuova combinazione conclusa da un destro terribile spediva Glowacki ancora al teppeto.

Le animate proteste dell’angolo del polacco non hanno sortito effetto e dopo il minuto di pausa Briedis ha potuto concludere l’opera mettendo KO un avversario ormai confuso e instabile, in totale balìa dei suoi colpi.

La finale

L’ultimo capitolo del torneo vedrà dunque contrapposti i due vincitori di serata, entrambi premiati dalla soluzione di forza. Mentre Dorticos si è però guadagnato l’accesso alla finale senza controversie, Briedis ha beneficiato di un arbitraggio decisamente inadeguato e non è da escludere che Glowacki e il suo team possano appellarsi contro il risultato e chiedere il no-contest.

Quel che più conta comunque è che i due grandi favoriti della vigilia del torneo hanno destato un’ottima impressione dopo che nei quarti di finale avevano decisamente deluso le aspettative. Stasera sono invece apparsi entrambi motivati, esplosivi e in perfetta forma, il che lascia ben sperare in vista di una conclusione del torneo che si preannuncia elettrizzante.

Condividi su:
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X