fbpx

Katie Taylor vs Amanda Serrano è ufficiale! Si fa la storia della boxe femminile!

La notizia era nell’aria da diversi giorni, avvalorata dai commenti delle stesse protagoniste, ma ora è arrivata anche l’ufficialità: la campionessa unificata dei pesi leggeri Katie Taylor e la popolarissima picchiatrice portoricana Amanda Serrano si batteranno il 30 aprile al Madison Square Garden di New York dando vita al primo main event femminile della storia della mitica location americana. In palio ci saranno le cinture WBC, WBA, IBF e WBO dei pesi leggeri ma molti ritengono che la vincitrice meriterà anche di essere riconosciuta come la migliore pugile donna di tutti i tempi.

La carriera di Katie Taylor è andata sempre in crescendo. Dopo l’oro olimpico di Londra 2012 e la successiva delusione di Rio, dove fu eliminata con un verdetto dubbio mai digerito, la fuoriclasse irlandese diede il via a un percorso professionistico travolgente, alzando l’asticella sempre di più fino ad arrivare alla riunificazione totale delle cinture mondiali. La sua prima conquista iridata risale al 2017, quando atterrò l’argentina Anahi Ester Sanchez con un gancio sinistro nel secondo round per poi dominare le riprese restanti appropriandosi della cintura WBA dei leggeri. L’anno successivo fu il turno del titolo IBF, strappato a un’altra argentina, Victoria Noelia Bustos, grazie a una performance impeccabile. Ancora più semplice si rivelò la conquista della cintura WBO che era nelle mani della picchiatrice brasiliana Rose Volante, messa fuori combattimento in nove riprese. La prova più impegnativa fu anche quella decisiva per completare la riunificazione: la belga Delfine Persoon la mise infatti a durissima prova, tanto che alcuni non condivisero il verdetto in favore della Taylor spingendo quest’ultima a chiedere a gran voce un rematch per dimostrare il suo valore. La rivincita fu nuovamente equilibrata e spettacolare, ma un finale a tutta birra garantì alla fortissima atleta irlandese una vittoria meritata. Da allora altri match impegnativi e spettacolari hanno condotto la pupilla di Eddie Hearn a quest’importantissimo appuntamento con la storia.

Se la carriera della Taylor, al netto di una singola sortita nei superleggeri, si è mantenuta costantemente al limite delle 135 libbre, quella della Serrano è stata caratterizzata da continui salti di peso, talvolta davvero clamorosi. Appare incredibile infatti che soltanto tre anni fa, all’età di 30 anni, la pugile portoricana abbia fatto suo un titolo mondiale nei pesi supermosca per poi ritrovarsi ora ad inseguire la gloria assoluta in una divisione di otto chili più pesante. Proprio questi continui cambiamenti di tonnellaggio l’hanno resa “la donna dei record” con i suoi mondiali conquistati in ben sette categorie di peso. La prima divisione che si inchinò alla Serrano fu quella dei superpiuma, col mondiale IBF vinto grazie a un rapido KO tecnico sull’americana Kimberly Connor. Fu poi la volta dei piuma, col KO inflitto al primo round alla dominicana Wanda Ozuna, seguito da un altro successo ottenuto con le maniere forti sull’argentina Maria Elena Maderna che valse il mondiale dei leggeri. Nel 2016 toccò ai supergallo, col successo lampo in appena 44 secondi su Alexandra Lazar e l’anno dopo ai pesi gallo, con il KO tecnico in otto round sulla dominicana Dahianna Santana. Il “limite alto” della scalata verso il record della Serrano fu toccato nel 2018, quando la portoricana agguantò il titolo WBO dei superleggeri battendo nettamente ai punti Yamila Esther Reynoso; fu poi la volta del “limite basso”, con la clamorosa discesa fino ai supermosca e col rapidissimo KO inflitto ad Eva Voraberger che le permise di aggiornare il suo palmares ergendosi campionessa nella settima categoria diversa.

Ora dopo diversi rinvii l’appuntamento con la storia sembra davvero in dirittura d’arrivo. Il ritmo indiavolato, la velocità di braccia fulminante e il magistrale controllo della distanza della Taylor di contrapporranno alla potenza bruta, all’aggressività e all’indole guerriera della Serrano in un incontro che potrebbe rivelarsi memorabile. Soltanto una delle due la spunterà e potrà reclamare il primo posto nella graduatoria delle donne più talentuose e vincenti della storia del pugilato: non ci resta che attendere il 30 aprile per scoprire chi sarà.

Taylor: “Il 2022 l’anno più importante della mia carriera: primo obiettivo la Serrano!”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X