fbpx

DiBella: “Amanda rifiuta una borsa ridotta per affrontare Katie in casa di Eddie!”

Attraverso un comunicato congiunto, Amanda Serrano (38-1-1, 28KO) e il suo team hanno fatto sapere di non essere disposti a ridiscutere le condizioni economiche del contratto per la tanto attesa sfida con Katie Taylor (15-0, 6KO). Ciò che ancora non è chiaro è se il match si disputerà o se invece sarà annullato (come suggerito dal team della Serrano). Le due fazioni sono in trattative da diverso tempo e hanno stabilito per quattro volte le date per l’incontro, due delle quali sono state riviate a causa dell’espandersi della pandemia da Covid-19.

Sebbene il combattimento non sia ancora stato annunciato, la data più accreditata sembrerebbe essere quella del 15 agosto: l’incontro dovrebbe andare in scena nella proprietà estiva del numero uno della Matchroom Boxing, Eddie Hearn, a Breentwood in Inghilterra (Regno Unito). Amanda Serrano e Katie Taylor prenderebbero così parte a un programma che includerà anche la sfida tra i massimi Dillian Whyte e Alexander Povetkin. In precedenza, invece, la data stabilita era quella del 2 maggio, a Manchester.

L’evento si disputerebbe senza pubblico, in conformità con le norme di igiene sanitaria imposte dal governo britannico per impedire il riaccendersi di un nuovo focolaio di Coronavirus. Tuttavia, all’orrecchio di Lou DiBella, che promuove la portoricana, sarebbe arrivata la voce riguardante una probabile decurtazione dello stipendio (cosa che aveva già riguardato Ryan Garcia negli uomini, scatendando una polemica con la Golden Boy Promotions). La notizia non è piaciuta e, come è prevedibile in questi casi, si è alzato subito un polverone.

Amanda ha firmato questo contratto in quattro distinte occasioni – ha dichiarato Jordan Maldonado, manager, allenatore nonché cognato della Serrano – prima ha firmato per combattere a New York per la fine del 2019, ma poi la Taylor ha optato per l’aumento di peso; poi abbiamo accettato di combattere all’inizio del nuovo anno, sempre nella stessa città, prima che il team della Tayor decidesse di prendersi del tempo in più per allenarsi. L’incontro è stato così programmato per il 2 maggio in Inghilterra, ma poi è arrivata la pandemia ed è stato spostato in un primo momento a luglio. Tutto questo, accettando una borsa non all’altezza della grande sfida. Ma dal momento che Amanda vuole fare la storia del suo paese, siamo stati ugualmente contenti di accettare. Ora ci stanno offrendo di combattere in agosto ma con una borsa ridotta del 50%. Comprendiamo la situazione, ma i grandi combattimenti devono avere una storia diversa”.

Gli ha fatto eco poi Lou DiBella che ha affermato: “Ti piacerebbe combattere il più grande match della tua vita presso la sede del promoter del tuo avversario, di fronte a nessuno che ti conosca o ti sostenga e con una borsa ridotta? Non sono sicuro che lo faresti. Amanda ha un contratto firmato per combattere con Katie ed ha continuato ad allenarsi nonostante i rinvii e nessuno le aveva chiesto una riduzione di stipendio.

Sì, Eddie sta cercando di riprogrammare la sfida ad agosto, ma ora vuole ridurre la borsa. Come promoter, lo capisco; non c’è il botteghino. È una prerogativa di Matchroom chiederlo. Ma se Matchroom Boxing ritiene che l’incontro non sia fattibile senza il pubblico pagante, allora dovrebbe scegliere di aspettare! Amanda e il suo team stanno esercitando il libero arbitrio per mantenere il suo contratto esistente e rifiutare una borsa ridotta per affrontare Katie in casa di Eddie”.

DiBella: “Amanda rifiuta una borsa ridotta per affrontare Katie in casa di Eddie!”

 

 

 

Condividi su:
  • 56
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X