fbpx

Joyce si sbarazza di Wallisch in tre round: adesso lo attende Dubois

Ieri sera Joe Joyce (11-0, 10 KO) ha chiuso rapidamente la pratica Michael Wallisch (20-4, 13 KO). L’imbattuto pugile inglese ha inflitto al rivale tedesco ben tre atterramenti, uno nel secondo round e due nel corso del terzo; l’ultimo KD ha visto l’intervento dell’arbitro che ha interrotto il match.

Una vittoria agevole per Joyce, che dopo la pausa dovuta alla crisi del COVID-19 doveva riprendere il feeling con il ring, in vista della sua prossima sfida contro il connazionale Daniel Dubois. La presenza di Wallisch si è limitata alle frasi provocatorie in press conference, dove aveva predetto una sua vittoria che avrebbe cosi stravolto i piani dell’imbattuto inglese. Tuttavia tali dichiarazioni si sono scontrate con la durissima realtà del ring, cosa non certo imprevedibile se si tiene conto che Wallisch prima di questa sfida aveva perso per KO tre dei suoi ultimi quattro combattimenti, subendo dure punizioni da Christian Hammer, Efe Ajagba e Tony Yoka.

Anche questa volta la sua flebile resistenza si è estinta con il passare dei minuti, con Joyce, medaglia d’argento olimpica 2016, che ha iniziato il match molto lentamente, per poi iniziare a martellare il suo sfidante con colpi potenti e continui che gli hanno permesso di aprirsi la strada verso il Knowdown risolutore.

Il primo round inizia con una serie di diretti da parte di Wallisch che trovano Joyce prevedibilmente passivo, visto che come di consueto il pugile inglese aspetta cercando di trovare le misure giuste. Joyce tuttavia chiude la frazione con un paio di destri potenti, colpi che sono stati sicuramente da apripista al primo atterramento.

Infatti la seconda ripresa mostra un Joyce decisamente più offensivo, che prima controlla l’attacco del suo sfidante e poi scarica su di lui colpi alla testa e al corpo, con combinazioni di quattro o cinque fendenti, fino a quando un colpo ben piazzato al corpo piega il suo avversario. Il tedesco si rialza e viene salvato dalla campana.

Il terzo round si apre con un’ulteriore grandinata di colpi di Joyce, che non trova alcuna reazione dal suo avversario, che si ritrova nuovamente piegato su se stesso. Wallisch si rialza ma una combinazione devastante fatta da un destro e un montante sinistro lo costringe ad appoggiare il ginocchio al tappeto per la terza volta.  Così l’arbitro Ian John Lewis, vista la chiara difficoltà, decide di fermare immediatamente l’incontro, 57 secondi dopo l’inizio del terzo round.

Adesso ad attendere Joyce c’è Daniel Dubois (14-0, 13 KO), che sarà impegnato prima il 29 agosto contro il tedesco Erik Pfeifer (7-0, 5 KO) e poi affronterà il suo connazionale il 24 ottobre all’O2 Arena di Londra.

Frank Warren riprogramma Dubois-Joyce: “Il vincitore avrà una chance mondiale”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X