fbpx

Joyce vs Huck: a gennaio in Germania per l’Europeo dei pesi massimi

Ora è ufficiale: Joe Joyce (10-0, 9 KO) affronterà l’ex campione WBO dei pesi cruiser Marco Huck (41-5-1, 28 KO) per il titolo europeo dei pesi massimi, il prossimo 11 gennaio presso la TUI Arena di Hannover, Germania.

Huck, 35 anni, ben oltre il suo apice a questo punto della sua carriera, si presente davanti al suo pubblico per l’ultima grande occasione. Di fronte a lui il prospect inglese, che a 34 anni dopo la medaglia d’argento a Rio 2016, si presenta al suo primo match di livello.

Nei suoi ultimi tre incontri, Joyce ha sconfitto i seguenti pesi massimi: Bermane Stiverne, 41 anni dominato in sei riprese,  Alexander Ustinov, 42 anni gestito in appena tre riprese, e Bryant Jennings, 35 anni battuto ai punti.

Proprio il match con Jennings ha scatenato moltissime tensioni nello staff del pugile inglese. La prestazione opaca ha decisamente inclinato i rapporti tra Joyce e la dirigenza Matchroom, infatti le voci della possibile chance titolata sono andate scemando in questi mesi. Contro Jennings, si è lanciato in un attacco spasmodico nelle prime sei riprese prima di esaurire la benzina, esponendosi a dei colpi brutali. Salvato dal punteggio e dai giudici, in un match molto più in bilico di quanto i cartellini raccontino ( 115-112, 118-109 e 117-110).

I fan e i giornali inglesi hanno manifestato molti dubbi sull’utilità della conquista del titolo europeo, specie che vista l’età di Joyce. Di solito questo titolo è per atleti che devono emergere per affermarsi e conquistare un posto all’interno delle classifiche mondiali. Posizione che Joyce ha conquistato da molto tempo senza mai cogliere l’opportunità.

Huck nel suo match ha combattuto contro il 41enne Nick Guivas (14-1-3, 9 KO) lo scorso maggio, match finito in No Contest a seguito di un colpo giudicato scorretto del pugile tedesco. Infatti dopo l’atterramento di Guivas, dopo pochi secondi dal via, l’arbitro separa i due che si stavano legando e prima del consueto via libera, Huck scaglia un destro che atterra nuovamente il suo avversario. Visto che l’arbitro non aveva dato il via e Guivas era impossibilitato a continuare si è deciso di bloccare il match e dare il No Contest.

 

Condividi su:
  • 25
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X