fbpx

Joyce: “Sono sicuro di battere Usyk: potrà resistere ai miei colpi per dodici round?”

Il contendente imbattuto dei pesi massimi, Joe “Juggernaut” Joyce (12-0, 11KO) è al lavoro per prepararsi nel migliore dei modi alle grandi sfide che lo attendono in questo nuovo anno. Il classe 1985 britannico ha chiuso il 2020 con una grande vittoria ai danni del più quotato Daniel “Dynamite” Dubois (15-1, 14KO), messo fuori combattimento al decimo round. La vittoria ottenuta contro Dubois ha elevato Joyce al rango di contendente numero uno del ranking WBO, oltre a laurearlo campione Europeo, Britannico e del Commonwealth di categoria.

Joyce ha già inziato ad allenarsi per farsi trovare pronto alla probabile resa dei conti con l’ex re dei cruiser Oleksandr Usyk (18-0, 13KO), che nel 2019 dopo aver unificato le cinture nelle 200 libbre è salito di categoria ed è stato nominato sfidante ufficiale al titolo WBO dei massimi. Per permettere che il grande derby britannico tra il campione WBC, Tyson Fury (30-0-1, 22KO) e quello WBA, WBO, IBF e IBO Anthony Joshua (24-1, 22KO), abbia in palio tutte e quattro le cinture, la WBO potrebbe permettere nel frattempo ai primi due pugili della propria classifica (Usyk e Joyce) di sfidarsi per un titolo ad interim e candidare succesivamente il vincitore alla chance iridata contro il campione assoluto, uno tra il “Gipsy King” e “AJ”.

Di solito prima di qualsiasi match, non ho mai paura. Sono proprio sereno e rilassato – ha dichiarato il pugile britannico – questo incontro (con Usyk, ndr) ci dà l’opportunità di affrontare il vincitore tra Joshua e Fury. Sono abbastanza sicuro di poterlo battere. Ho visto il match contro Dereck Chisora, ha messo su più muscoli ed è aumentato di peso e questo un po’ lo rende più lento. Allo stesso tempo so che sarà dura perché è così abile: ma potrà resistere ai miei colpi per dodici round?“.

Joyce conosce molto bene Usyk, considerato che l’ucraino, già stella alle Olimpiadi di Londra 2012, ha avuto modo di batterlo nel 2013 quando erano entrambi dilettanti. Ora Joyce può avere la possibilità di ottenere una rivincita.

Era fresco delle Olimpiadi del 2012, dove ha vinto la medaglia d’oro – ha aggiunto Joyce – non avevo avuto modo di combattere con molti mancini e Usyk è un pugile incredibile. Ha combattuto 350 incontri da dilettante e ne ha vinti il 95%. Quindi era troppo esperto. Era un po’ come me con Dubois, dove avevo il vantaggio di avere molta più esperienza. La prossima volta sarà diverso e sento che potremmo combattere in primavera“.

Ryabinsky: “Il pugilato di Usyk è il migliore di tutti, ma è troppo piccolo per i massimi!”

 

 

 

 

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X