fbpx

Joyce Joyce vuole Alexander Povetkin per il 13 luglio

Condividi su:
  •  
  •  
  •  

Joe Joyce (9-0, 9 KO) ha distrutto Alexander Ustinov (34-4, 25 KO) in un tre round, vincendo per KO lo scorso sabato sera, e ora chiede di poter affrontare l’ex campione dei pesi massimi WBA Alexander Povetkin (34-2, 24 KO) il prossimo 13 luglio all’O2 Arena di Londra, in Inghilterra.

Povetkin, 39 anni, sarebbe l’avversario più duro che il talento inglese ha affrontato fin ora. Sfidare un pugile così duro senza la dovuta preparazione potrebbe essere pericoloso. Soprattutto vista l’esperienza e le abilità pugilistiche del pugile russo.

Povetkin non combatte dalla sconfitta maturata per KO contro  il campione dei pesi massimi Anthony Joshua, match avvenuto lo scorso settembre. Nonostante la sconfitta il il russo in quell’occasione ha scosso britannico con un gancio sinistro durante la seconda ripresa, anche se il campione ha però poi proseguito usando la sua stazza e le sue abilità difensive per smaltire il colpo e maturare la vittoria nei round successivi.

Povetkin, al momento è gestito anche da Matchroom, è stato spesso avvicinato da offerte per sfidare i pugili protetti da Eddie Hearn. Abbiamo scritto più volte dell’ipotesi di una sfida tra il russo e Oleksandr Usyk, o l’ipotesi di un match con Micheal Hunter. Opportunità al momento bocciate dal russo, che vicino alle 40 candeline aspetta una cifra sostanziosa per tornare sul ring.

Joyce dopo la sua vittoria su Ustinov ha dichiarato: “Volevo provare qualcosa di nuovo sul ring e vedere se potevo portare più colpi a segno. Far arrivare i miei colpi. Volevo iniziare partendo velocemente. Ustinov è un pugile esperto e molto duro. Tornerò presto in palestra per prepararmi per il 13 luglio.

Nonostante l’età, Ustinov è stato un pugile difficile da colpire. Però mi ha permesso di applicare ciò che avevo provato in allenamento, come il movimento del tronco e gli spostamenti laterali. Sono riuscito a lavorare bene e mandare a segno spesso il mio gancio sinistro. 

Povetkin è uno dei nomi. Sarebbe davvero un buon avversario per il 13 luglio. Sarà un evento che mi metterà davvero alla prova, tutto incentrato sui pesi massimi visto  che ci sarabbo anche Daniel Dubois e Nathan Gorman, che combatteranno tra loro.

Vincere il match per KO, mi apre le porte a sfide più importanti.  Voglio la mia chance mondiale entro la fine del 2020″.

 

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X